Mer 28 Settembre 2022 — 02:30

Rispunta dossier fusione Leonardo Fincantieri



L’ipotesi, secondo indiscrezioni di stampa, è “oggetto di riflessione” da parte del governo

fincantieri stx

Si torna a parlare di fusione tra Leonardo e Fincantieri: l’ipotesi, secondo indiscrezioni di stampa, è “oggetto di riflessione” da parte del governo.

Lo scrive oggi il Sole 24 Ore, ricordando che il dossier circola da tempo ma è sempre rimasto tale, per opposizione del management, scarso appeal finanziario, debolezza di ogni ipotetico business plan in caso di unione forzata di due realtà con business anche molto diversificati. “Ma le cose cambiano a partire dallo scenario globale, con una guerra in corso nel cuore dell’Europa”.

Nelle stanze del governo, prosegue il quotidiano, l’ipotesi è oggetto di riflessione, in particolare nei dicasteri della Difesa, dello Sviluppo economico e al Mef, nell’ottica dei maggiori investimenti nel settore della difesa e di integrazione transnazionale.

Inoltre, c’è anche l’idea di una possibile ricerca di “aggregazioni verticali”, dove le sinergie sarebbero forti e immediatamente attivabili: fusioni “a geometria variabile”, mirate al polo nazionale della difesa, e in grado di poter andare verso aggregazioni europee, con i due giganti al piano superiore, post fusione Leonardo e Fincantieri, e su tutti lo Stato e la sua golden power.

In Borsa alle ore 10,37 le azioni Leonardo segnano -2,76% a 9,802 euro, dopo i guadagni della vigilia legati alla quotazione di Leonardo Drs; Fincantieri +1,88% a 0,595 euro peraltro in controtendenza rispetto all’andamento negativo generale.

tim cvc 27-09-2022 — 11:02

Tim, un ruolo per l’accoppiata Berlusconi Xavier Niel?

Spunta un’ipotesi che poggia sul nuovo sodalizio italo-francese e sulla netta vittoria del centrodestra alle elezioni. Mfe smentisce “raccordi con Iliad e Tim”

continua la lettura