Ven 23 Agosto 2019 — 16:26

Recordati, il Cda si oppone a Cvc



Il Cda non ritiene congruo il prezzo dell’Opa che Rossini Investimenti intende lanciare sulla società farmaceutica

Recordati

Titolo Recordati in evidenza a Piazza Affari nella prima seduta successiva alla decisione del consiglio di amministrazione di aprire un confronto con il fondo Cvc sull’offerta pubblica d’acquisto.

In particolare, con una decisione assunta a maggioranza e l’astensione di Giampiero Mazza, Cathrin Petty e Andrea Recordati, il cda ha giudicato ‘non congruo’ da un punto di vista finanziario il valore dell’Opa obbligatoria totalitaria promossa al prezzo di 27,55 euro dalla Rossini Investimenti, il veicolo creato dal fondo britannico insieme a PSP Investments e StepStone per acquisire il controllo della società farmaceutica milanese.

Il parere del consiglio ha tenuto conto di una fairness opinion redatta da Mediobanca, delle valutazioni espresse nel parere reso dagli amministratori indipendenti e da due ulteriori fairness opinion commissionate da questi ultimi a Lazard e a Colombo & Associati.

I target di Recordati

Allo stesso tempo sono stati annunciati anche i target per il 2019. Recordati stima di conseguire un’ulteriore crescita dei ricavi e della redditività grazie al continuo sviluppo organico delle attività e al contributo delle acquisizioni realizzate nel 2018, inclusa quella di Tonipharm appena ufficializzata. In particolare, il gruppo punta a un fatturato tra 1,43 e 1,45 miliardi con un Ebitda tra 520 e 530 milioni, un Ebit tra 460 e 470 milioni e un utile netto tra 330 e 335 milioni.

La società ha inoltre confermato tutti i target già comunicati per l’esercizio in corso, tra cui ricavi tra 1,34 e 1,35 miliardi, un Ebitda tra 490 e 500 milioni, un utile operativo tra 430 e 440 milioni e un utile netto tra 310 e 315 milioni.

A Piazza Affari, il titolo Recordati segna, alle 9,48, un rialzo dell’1,06%.

borsa italiana oggi ftse mib trading 23-08-2019 — 08:14

Borsa italiana oggi: Tenaris, Illimity, Recordati

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità

continua la lettura