Ven 27 Maggio 2022 — 13:28

Poste Italiane punta sui servizi di pagamento, nel mirino Lottomatica Italia Servizi



Il gruppo dei recapiti avrebbe arruolato l’advisor Ubs, la mossa viene vista anche come una risposta a Enel che ha acquistato il 50% di Mooney

poste italiane matteo del fante

Poste Italiane starebbe valutando l’acquisizione del 100% di Lis Holding (Lottomatica Italia Servizi), società che fa capo interamente a Igt Lottery e che controlla a sua volta il 100% di Lis Pay, attive nel processing per conto terzi ma anche nei servizi di pagamento e moneta elettronica.

La notizia viene riportata oggi da MF-Milano Finanza, che parla di “botta e risposta a distanza” tra Enel e Poste Italiane, con riferimento alla recente acquisizione da parte di Enel di una quota del 50% di Mooney. Quest’ultima (dove Intesa Sanpaolo ha l’altro 50%) è una società rivale di Lottomatica Italia Servizi.

Non solo. A marzo dell’anno scorso, ricorda il giornale, Poste Italiane aveva annunciato a sorpresa che nel 2022 sarebbe entrata nella distribuzione di luce e gas per conquistare 1,5 milioni di clienti. Un’operazione che secondo gli addetti ai lavori non sarebbe stata gradita da Enel tanto che qualcuno sostiene che, come risposta, il colosso dell’energia abbia deciso di accelerare lo sviluppo dei servizi di pagamento di prossimità e digitali già avviato con Enel X per bollette e mobilità attraverso l’acquisizione di Mooney, l’ex Sisal Pay che nel frattempo Cvc aveva separato dall’attività di scommesse. Quest’ultima operazione però sarebbe a sua volta finita sotto i riflettori di Poste Italiane, che già opera nel settore dei pagamenti attraverso la controllata PostePay.

Proprio in questo contesto, secondo la ricostruzione di stampa, la società guidata da Matteo Del Fante (nella foto) avrebbe aperto un dossier, affidato all’advisor Ubs, per valutare l’acquisto del 100% del capitale Lottomatica Italia Servizi, competitor di Mooney sui servizi erogati attraverso la rete di bar e tabaccai italiani.

Lis peraltro già oggi ha all’attivo una serie di accordi proprio con PostePay che tra gli altri prevedono ad esempio il ritiro e la consegna dei pacchi per gli acquisti online o la possibilità di pagare i biglietti per concerti, spettacoli teatrali e appuntamenti sportivi. Lis Holding ha chiuso il 2020 (ultimo bilancio annuale disponibile) con ricavi per 54,3 milioni e utili per 22,4 milioni e immaginando l’applicazione di un multiplo in doppia cifra relativo all’ebitda si potrebbe arrivare a una cifra intorno a 600 milioni, anche se non sono circolate indiscrezioni in merito al valore dell’operazione.

In Borsa alle ore 10,05 le azioni Poste Italiane segnano -0,35% a 11,55 euro con il Ftse Mib a -0,05%.

autogrill aumento di capitale 27-05-2022 — 09:37

Fusione Autogrill Dufry, le banche accelerano sull’operazione

Nuovi rumors, l’obiettivo è creare il leader europeo del settore. Il titolo avanza a Piazza Affari

continua la lettura