Sab 05 Dicembre 2020 — 16:15

Poste compra Nexive, enterprise value di 60 milioni



Operazione di consolidamento sul mercato italiano, il titolo avanza in Borsa

poste italiane news

Poste Italiane acquisisce Nexive con l’obiettivo di rafforzarsi sul mercato italiano della corrispondenza e dei pacchi.

Il gruppo dei recapiti ha siglato nella notte un accordo preliminare con la società olandese PostNl European Mail Holdings e la società tedesca Mutares per l’acquisto dell’intero capitale sociale di Nexive Group.

L’enterprise value di Nexive è stato concordato tra le parti pari a 60 milioni mentre il prezzo finale di acquisto sarà determinato a valle del processo di due diligence. Il closing dell’operazione è previsto entro gennaio 2021.

Nexive è un operatore postale attivo in Italia con una quota di mercato di circa il 12% nella corrispondenza, pari a circa 350 milioni di volumi annui, e una quota di mercato dell’1% circa nei pacchi, pari a circa 8 milioni di pezzi consegnati nel 2019.

Nel 2019 Nexive ha registrato un fatturato proforma di circa 200 milioni e occupa 1.300 dipendenti e oltre 5.000 addetti delle società partner esterne.

L’acquisizione, spiega una nota, permetterebbe a Poste Italiane di sfruttare potenziali economie di scala derivanti dal consolidamento delle attività di Nexive, migliorando il livello di servizio per i clienti di entrambe le aziende.

Dal punto di vista strategico, alla stregua di quanto avvenuto in altri Paesi europei, la contrazione strutturale del mercato postale, ulteriormente aggravata dagli effetti delle restrizioni assunte per fronteggiare l’emergenza Covid-19, rende urgente un consolidamento nel settore della corrispondenza e delle relative infrastrutture logistiche, “a salvaguardia della sua sostenibilità, dei livelli occupazionali e della disponibilità del servizio per i clienti”, spiega la nota delle Poste.

In Borsa alle ore 9,07 le azioni Poste Italiane segnano +2,78% a 8,74 euro.

mps piano esuberi 04-12-2020 — 11:12

Mps, nel piano industriale almeno 3.000 esuberi

Le indiscrezioni fanno seguito alla nota con cui la banca ha convocato per il prossimo 17 dicembre un cda per delineare il nuovo piano strategico

continua la lettura