Mar 10 Dicembre 2019 — 15:34

Popolare di Bari, ecco la lista di nomi per il cda



Prime indiscrezioni di stampa: l’avvocato Ago verso la presidenza al posto di Jacobini. Confermato l’ad De Bustis

banca popolare di bari

Si starebbe per alzare il velo sulla lista di nomi per il nuovo cda della Banca Popolare di Bari (Bpb), approvata lo scorso 2 luglio ma non resa pubblica e da allora pertanto rimasta avvolta dal mistero. I nomi vengono però anticipati oggi dal quotidiano Il Messaggero.

Popolare di Bari, la lista di nomi per il cda

La nuova governance dovrà puntare a rimettere in carreggiata la popolare pugliese che ha chiuso il 2018 con un rosso di oltre 420 milioni, navigando ancora in acque agitate, mentre è stato avviato un piano di derisking e si guarda a una possibile aggregazione che darebbe vita a una super popolare del Sud con Bari come capofila.

Venendo ai nomi, secondo quanto scrive il Messaggero, la presidenza della Popolare di Bari potrebbe andare a Francesco Ago, avvocato romano dello studio Chiomenti, con esperienza nel mondo della finanza e buoni rapporti con il ministero del Tesoro. L’attuale presidente Marco Jacobini si è impegnato a dimettersi entro l’assemblea di domenica 21.

Nella lista però il primo nome è quello di Gianvito Giannelli, docente universitario, nipote di Jacobini. Poi ci sono Vincenzo De Bustis che resterà come ad di Popolare Bari, seguito da Francesco Pignataro, confermato. Quindi le tre new entry individuate con l’ausilio di Korn Ferry: Giulio Codacci Pisanelli, attuale senior advisor di Storm-Harbour, società di consulenza internazionale, discendente di una famiglia pugliese che ha avuto un ministro della Dc; Patrizia Giangualano, professionista di Milano membro del cda di Mondadori: infine lo stesso Ago che è stato più volte consulente del Tesoro.

deutsche bank italia 10-12-2019 — 12:19

Deutsche Bank, la Bce lima i requisiti patrimoniali. Avanti con il piano

Intanto nel corso di un Investor Day la banca ha ribadito gli obiettivi di taglio dei costi, confermato anche il target di redditività ma pesano i tassi d’interesse

continua la lettura