Mar 07 Luglio 2020 — 15:26

Nomine partecipate: a Mps Bastianini e Grieco



Trovata l’intesa: Profumo resta a Leonardo e Descalzi all’Eni. I nomi frutto delle trattative tra PD, 5 Stelle e Italia Viva

Raggiunta l’intesa nella maggioranza di governo sulle nomine partecipate 2020. Fra le 7 società quotate oggetto negli ultimi giorni di fitte indiscrezioni, Profumo resta a Leonardo e Scaroni all’Eni. Nella tornata di nomine, Mps si ritrova con nuovi vertici: l’ex Carige Guido Bastianini e Patrizia Grieco che lascia la presidenza dell’Enel.

Nomine, Mps trova Bastianini-Grieco

Guido Bastianini, arruolato dalla famiglia Malacalza a Carige nel 2016 e scaricato un anno dopo, sarà il nuovo amministratore delegato di Banca Mps all’interno della lista che il Tesoro presenterà all’assemblea del 18 maggio. Il suo nome era emerso nelle ultime ore come il favorito in una rosa di candidati.

Bastianini, laurea alla Luiss, ha iniziato la sua carriera presso l’ufficio Studi e Pianificazione della Banca Nazionale dell’Agricoltura, per poi passare al Banco di Santo Spirito e quindi alla Banca di Roma. Con la nascita di Capitalia ha ricoperto diversi ruoli all’interno del gruppo fino a quando questo è confluito in Unicredit.

Grieco presidente

Nel 2008 passa alla Sator di Matte Arpe e poi diventa prima vice presidente e poi presidente di Banca Profilo. Nel 2016 l’approdo in Carige da cui esce appunto nel 2017.

Se Bastianini prende il posto dell’uscente Marco Morelli, la nuova presidente sarà Patrizia Grieco (nella foto), che sostituisce Stefania Bariatti.

Classe 1952, laureata in Legge alla Statale di Milano, è stata a lungo ad di Olivetti, ha militato in diversi consigli di amministrazione, ed era presidente Enel dal 2014. Una sorpresa.

Le nomine a Leonardo, Eni e le altre

Non meno attese erano le nomine nelle altre partecipate pubbliche. Ecco i nomi, frutto delle trattative tra Pd, Movimento 5 stelle e Italia Viva di Matteo Renzi.

All’Eni Claudio Descalzi ad e Luisa Calvosa presidente; all’Enel conferma per Francesco Starace ad, Michele Crisostomo presidente; a Poste Matteo Del Fante resta ad e Maria Bianca Farina presidente; a Leonardo confermato Alessandro Profumo mentre Luciano Carta subentra al presidente Gianni De Gennaro; a Terna Stefano Donnarumma ad (da Acea) e Valentina Bosetti presidente; all’Enav Paolo Simioni ( ex Atac), Francesca Isgrò presidente.

tim Iliad 07-07-2020 — 09:28

Iliad sbarca sul fisso, accordo fatto con Open Fiber

Nuova sfida a Tim. L’operatore telefonico francese utilizzerà la rete interamente in fibra ottica FTTH (Fiber To The Home, la fibra che arriva direttamente all’interno di case e uffici), con cui Open Fiber sta cablando il Paese

continua la lettura