Mer 17 Luglio 2019 — 21:45

Nexi scioglie le riserve: presentata la domanda per lo sbarco in Borsa



La società dei pagamenti digitali ha avviato l’iter per la quotazione. Si tratta della maggior Ipo italiana dal ritorno a Piazza Affari della Pirelli

Nexi news Borsa

Nexi avvia ufficialmente l’iter di quotazione con la presentazione della domanda alla Borsa Italiana per l’ammissione delle proprie azioni ordinarie sul Mercato Telematico Azionario.

L’operazione, che dovrebbe essere avviata nel corso del mese di aprile, sarà realizzata tramite un collocamento privato riservato ad investitori qualificati in Italia e investitori istituzionali all’estero e riguarderà l’offerta di titoli per un controvalore complessivo tra 600 milioni e 700 milioni rivenienti da un aumento di capitale e messe a disposizione dagli attuali azionisti, a partire da Advent International, Bain Capital e Clessidra.

Le risorse raccolte saranno destinati, in via prioritaria alla riduzione del debito con l’obiettivo di raggiungere alla fine del 2019 una leva, in termini di rapporto tra indebitamento finanziario netto ed Ebitda Normalizzato compreso tra 3 e 3,5 volte.

L’operazione potrebbe raggiungere un valore di 7 miliardi di euro diventando la maggior Ipo europea dalla quotazione di 3,9 miliardi della tedesca Knorr-Bremse dello scorso ottobre e la maggior quotazione a Milano dal ritorno a Piazza Affari della Pirelli nell’aprile del 2017.

A gestire l’offerta sarà una pletora di banche con vari ruoli e incarichi come BofA Merrill Lynch, Banca Imi, Credit Suisse, Goldman Sachs, Mediobanca, Banca Akros, Barclays, Citigroup, Hsbc, Mps, Ubi Banca, Ubs e UniCredit.

carige news piano 17-07-2019 — 10:09

Carige, arriva nuovo piano: utile nel 2022, banca più leggera

Prevista una forte riduzione dei crediti deteriorati, al punto che l’Npe ratio lordo crollerebbe sotto il 5%

continua la lettura