Mar 02 Marzo 2021 — 21:44

Nexi punta l’Europa, nel mirino la danese Nets?



Secondo gli analisti la ricerca di un nuovo deal sarebbe prematuro, il titolo consolida in Borsa

nexi europa

Nexi secondo Bloomberg sarebbe già a caccia di acquisizioni in Europa dopo la fusione annunciata ieri con Sia, e avrebbe messo nel mirino la società danese Nets.

Nexi si muove in Europa, punta alla danese Nets

La fusione Nexi-Sia darà vita a un gruppo leader in Europa per numero di esercenti serviti e di carte gestite.

Secondo Bloomberg Nexi avrebbe già presentato un’offerta non vincolante per la società di pagamenti danese Nets, che opera storicamente nel mercato scandinavo e ora anche nella regione Dach (Germania, Austria, Svizzera), dopo l’acquisizione di Concardis avvenuta nel 2019.

La società che, sulla base di dati pubblici nel 2019 aveva dimensioni simili a Sia (ricavi 747 milioni, Ebitda di 295 milioni) è posseduta dai fondi di private equity Hellman e Fridman oltre a Bain e Advent, gli stessi che sono soci, insieme a Clessidra, di Mercury Uk, il veicolo che controlla attualmente il 33% di Nexi.

Secondo l’agenzia di stampa i fondi vorrebbero cedere Nets per un importo vicino a 10 miliardi, ossia con un rapporto tra enterprise value ed ebitda intorno a 27 volte.

Una “wish list” per fusioni e acquisizioni

L’ad della Cdp, Fabrizio Palermo, ha detto in un’intervista che la Cassa, in qualità di primo azionista del nuovo gruppo, supporterà Nexi anche nella futura espansione internazionale. Da parte sua il numero uno della società dei pagamenti, Paolo Bertoluzzo, ha accennato ieri a una “wish list” per l’M&A.

Tuttavia gli analisti sono cauti. In una nota Equita sostiene di ritenere “poco probabile” che Nexi decida di proseguire con una seconda operazione prima del closing con Sia, atteso per l’estate 2021. Il broker ha un prezzo obiettivo di 16,2 euro sul titolo, e cioè più basso delle attuali quotazioni di Borsa, reduci peraltro da un rally da inizio anno del +36% agli odierni livelli.

Anche gli analisti di Barclays tornano oggi sulla fusione Nexi-Sia e pronosticano che il deal sarà accrescitivo del 20% in termini di utili per azione (Eps) nel lungo periodo. Confermata la raccomandazione overweight con un prezzo obiettivo di 17 euro.

Credit Suisse invece ha ulteriormente alzato il target da 15,90 a 17,40 euro per azione con rating neutral.

In Borsa alle ore 11,38 le azioni Nexi segnano -3,16% a 16,865 euro.

Andrea Orcel unicredit 02-03-2021 — 11:46

Unicredit accelera su lista del cda, tra conferme e new entry

Tutto pronto per il cda chiamato a varare i nomi in vista dell’assemblea del 15 aprile

continua la lettura