Mar 07 Luglio 2020 — 15:24

Nexi e Intesa Sanpaolo finalizzano gli accordi



Alla paytech le attività di acquiring dell’istuituto di credito, che entra nel capitale della società con il 9,9%

nexi intesa sanpaolo

Nexi ha appena annunciato di avere perfezionato l’acquisizione del ramo d’azienda merchant acquiring di Intesa Sanpaolo, in esecuzione degli accordi sottoscritti tra le parti e annunciati lo scorso 19 dicembre e a seguito dell’avveramento delle condizioni sospensive, fra cui l’ottenimento delle autorizzazioni da parte della Banca d’Italia e dell’Antitrust europeo. Intesa rileva da parte sua il 9,9% della società dei pagamenti.

Nexi e Intesa Sanpaolo finalizzano accordi

L’operazione, che include come già comunicato una partnership ultraventennale con Isp per la commercializzazione e la distribuzione dei prodotti del Gruppo Nexi nel mondo dei servizi per gli esercenti e l’estensione, di analoga durata, della partnership già in essere nei servizi di issuing e ATM acquiring, genererà un aumento dell’Ebitda del gruppo Nexi atteso di circa 95 milioni di euro nel 2020 e un aumento high teens del cash EPS a partire dal 2020.

Il corrispettivo per l’acquisizione, pari a 1 miliardo di euro, è stato finanziato facendo ricorso ai proventi dell’emissione del prestito obbligazionario equity-linked collocato ad aprile 2020 (scadenza aprile 2027) e ad un finanziamento bancario a termine, erogato in data odierna da un pool di banche, spiega Nexi, per un importo nominale di 466,5 milioni di euro (scadenza giugno 2025) che hanno sostituito il finanziamento ponte originario da 1 miliardo (con scadenza massima fine 2021).

Come precedentemente comunicato e sulla base dell’accordo raggiunto, al momento del closing Intesa ha retrocesso a Nexi l’importo dei flussi di cassa generati dal ramo d’azienda nel primo semestre del 2020, pari a oltre 60 milioni.

Intesa al 9,9%

Sempre in data odierna Mercury UK HoldCo Limited, azionista di riferimento di Nexi, ha comunicato di aver concluso la cessione a Intesa Sp di una partecipazione pari al 9,9% del capitale di Nexi senza diritti di governance connessi.

Il perfezionamento dell’operazione per Intesa si traduce in una plusvalenza di circa 1,1 miliardi di euro, spiega il gruppo bancario, dopo le imposte nel conto economico consolidato del Gruppo Intesa Sanpaolo nel secondo trimestre 2020, che include l’effetto riconducibile alla differenza tra il prezzo di acquisto del 9,9% del capitale sociale di Nexi e il corrispondente valore risultante dalla quotazione di Borsa delle azioni Nexi.

Nexi è stata assistita da Mediobanca come lead advisor finanziario, BofA Securities come advisor finanziario, da Legance – Avvocati Associati e Gitti & Partners per gli aspetti legali, nonché da Pwc per la due diligence finanziaria e contabile e da Kpmg per gli aspetti fiscali.

In Borsa alle ore 13,09 le azioni Intesa Sanpaolo segnano -0,99% a 1,6852 euro, Nexi -1,51% a 15,34 euro.

tim Iliad 07-07-2020 — 09:28

Iliad sbarca sul fisso, accordo fatto con Open Fiber

Nuova sfida a Tim. L’operatore telefonico francese utilizzerà la rete interamente in fibra ottica FTTH (Fiber To The Home, la fibra che arriva direttamente all’interno di case e uffici), con cui Open Fiber sta cablando il Paese

continua la lettura