Mar 07 Dicembre 2021 — 00:28

Mps, subito secretata audizione Bastianini in Commissione banche



Il manager chiamato a deporre sull’eventuale avvio di un’azione di responsabilità nei confronti degli ex vertici della banca Profumo e Viola e sulla ricerca del partner per la fusione

mps bastianini

L’audizione dell’amministratore delegato di Mps, Guido Bastianini, davanti alla commissione di inchiesta sulle banche, è stata immediatamente secretata su richiesta del manager.

Bastianini si è recato a Roma per deporre sull’eventuale avvio di un’azione di responsabilità nei confronti degli ex vertici della banca Profumo e Viola.

La commissione banche in particolare aveva chiesto l’audizione in seguito alle indiscrezioni apparse sulla stampa dopo la pubblicazione delle motivazioni della sentenza di condanna in primo grado nei confronti dell’ex presidente di Mps, Alessandro Profumo, e dell’ex ad Fabrizio Viola.

Secondo la presidente della commissione, Carla Ruocco, “l’iniziativa della Commissione vuole essere neutrale rispetto ai mercati, volta ad ottenere chiarimenti su fatti già noti agli investitori” ma alla luce “dell’esigenza di tutela di stabilità delle contrattazioni” l’audito può chiedere la secretazione dell’intervento.

La richiesta dell’ad di Mps Bastianini è arrivata subito dopo l’introduzione della presidente Ruocco. La Commissione chiedeva informazioni anche sulla ricerca di un partner per Monte dei Paschi di Siena (tema che spetta comunque all’azionista Mef).

Carla Ruocco Mps

Carla Ruocco, presidente della Commissione Banche

Bastianini ha solo anticipato l’indice del suo intervento ricordando che “negli ultimi tempi si sono susseguite indiscrezioni relative allo stato della banca, al suo futuro e alla recente pubblicazione delle motivazioni della sentenza penale” di condanna degli ex vertici.

“È nostra precisa intenzione fornire le informazioni richieste dai membri della Commissione”, ha aggiunto anticipando l’indice dell’intervento: “Notizie e status aumento di capitale oggetto talvolta di notizie di stampa, status delle interlocuzioni con soggetti bancari e non bancari finalizzati ad un progetto di integrazione e analisi preliminare sul contenuto delle motivazioni della sentenza penale” del Tribunale di Milano.

Le incertezze che riguardano la banca hanno spinto ieri gli analisti di Barclays a limare il target price sulle azioni BMps, confermando una raccomandazione negativa.

Oggi in Borsa alle ore 10,46 il titolo è poco mosso a 1,152 euro.

unicredit fixed cash collect 06-12-2021 — 11:40

Unicredit promossa da Jp Morgan in vista di maggiori dividendi e rialzi dei tassi Bce

Il broker alza raccomandazione e target price sul titolo, quando mancano pochi giorni alla presentazione del nuovo piano

continua la lettura