Gio 19 Settembre 2019 — 07:10

Mps, l’ad Morelli non teme lo spread



Secondo il manager l’aumento dello spread per la banca è “assolutamente gestibile”. Stipulato atto incorporazione di Perimetro

mps news morelli

L’ad di Banca Mps, Marco Morelli, non teme per il momento gli elevati livelli dello spread. Il manager lo ha detto intervenendo ieri a un evento di Officina Mps in quel di Firenze, dove per la cronaca è stata premiata “Ugo”, una start-up che si occupa dell’assistenza agli anziani (nella foto, Morelli alla cerimonia). Inoltre la banca ha comunicato la stipula dell’atto di incorporazione della società Perimetro.

Banca Mps, per ad Morelli aumento spread gestibile

Il differenziale di rendimento tra il Btp a 10 e l’omologo il Bund tedesco ha preso il largo da un anno a questa parte e continua a mantenersi non lontano dai 300 punti. Livelli questi che non riflettono certo i fondamentali del Paese, ma che in ogni caso rischiano di ripercuotersi sulle banche più esposte ai titoli di Stato e alle loro oscillazioni, come è appunto considerato il Monte dei Paschi di Siena.

Secondo l’ad Morelli tuttavia l’aumento dello spread per Mps è “assolutamente gestibile”.

Inoltre, sul fronte della qualità del credito, il numero uno di Mps ha confermato il target di 2 miliardi di riduzione dello stock di Utp, pur mettendo in guardia dal “contesto macro” che “sicuramente non facilita un percorso simile a quello degli anni precedenti”.

Mps stipula atto incorporazione Perimetro

Intanto, secondo quanto è stato comunicato, Banca Mps e Perimetro Gestione Proprietà Immobiliari hanno stipulato l’atto di fusione relativo alla fusione per incorporazione della controllata Perimetro nella controllante Mps. Gli effetti civilistici della fusione, informa una nota diffusa nella serata di ieri, decorreranno una volta completate le iscrizioni presso il competente Registro delle Imprese di Arezzo-Siena e gli effetti contabili e fiscali dal 1* gennaio 2019.

La fusione, viene precisato, non comporterà alcun aumento di capitale da parte dell’istituto senese, essendo l’intero capitale sociale della incorporata Perimetro interamente detenuto dal Monte.

In Borsa ieri le azioni Mps hanno chiuso in rialzo dello 0,85, in controtendenza con la debolezza del comparto bancario. Oggi però il titolo consolida a metà mattina, con un -0,5% a 1,137 euro.

Del Vecchio mediobanca generali 18-09-2019 — 10:59

Mediobanca: Del Vecchio si prende quota del 7%, obiettivo Generali?

Piazzetta Cuccia torna sotto i riflettori assieme alla catena che la lega al gruppo assicurativo di Trieste

continua la lettura