Sab 20 Aprile 2019 — 13:10

Mps, il cda riflette su possibili fusioni



L’ad Morelli spiega all’assemblea che il board discute e analizza possibili operazioni, ma la decisione tocca all’azionista ministero del Tesoro

mps news

Il cda di Mps discute e analizza possibili fusioni per la banca senese, ma la decisione tocca all’azionista ministero del Tesoro: lo ha detto l’ad Marco Morelli oggi nel corso di un’assemblea ricca di spunti per l’istituto salvato nel 2017 con il meccanismo del burden sharing.

Mps secondo indiscrezioni sarebbe al centro delle prossime mosse di consolidamento bancario, anche perché un’aggregazione consentirebbe al Mef di diluirsi e soddisfare così il diktat di Bruxelles che chiede un disimpegno dello Stato entro il 2021.

Il Monte dei Paschi ha però incassato nei giorni scorsi il rifiuto di Banco Bpm a considerare una possibile combinazione, con l’istituto guidato da Giuseppe Castagna che preferisce cercare sinergie nelle regioni del nord.

Morelli comunque in assemblea ha spiegato che “all’interno del cda facciamo delle riflessioni sulle aggregazioni e sulla diversificazione dimensionale, dopodiché queste sono scelte che spettano all’azionista di riferimento in primis”.

In assemblea a Siena (presente il 74,72% del capitale) il Tesoro si è ovviamente confermato il primo azionista di gran lunga con una quota del 68,2% acquisita in occasione della ricapitalizzazione precauzionale della banca nel 2017. Confermata anche la quota delle Generali, pari al 4,32% del capitale, e le azioni proprie in portafoglio all’istituto senese, pari al 3,18%.

Tornando alle fusioni, per Morelli “è assolutamente ovvio e io trovo assolutamente corretto che il management con il cda valuti quali possano essere degli scenari più strategici, diversi, e che diano la possibilità alla banca, indipendentemente dall’andamento e del percorso de piano, di avere delle prospettive legate al modello di business tradizionale delle banche come il Monte”, ha spiegato il manager romano.

Quindi in cda “facciamo e condividiamo delle riflessioni su quelli che possono essere i vari scenari dal punto di vista delle aggregazioni e della diversificazione dimensionale”.

In Borsa intanto le azioni Mps si rendono protagoniste oggi di un rimbalzo dopo la debolezza delle recenti sedute. Alle ore 12,04 il titolo segna +4,95% a 1,314 euro.

carige news 18-04-2019 — 09:54

Carige, piano di Blackrock lacrime e sangue

La taglia dell’aumento di capitale destinata a salire ad almeno 700 milioni, indiscrezioni sul taglio massiccio di filiali ed esuberi. Una call del gestore Usa sulla quota del Fitd

continua la lettura