Finanzareport.it | Mps giù in Borsa, "truffa aggravata" per ottenere il salvataggio pubblico - Finanza Report

Mar 18 Giugno 2024 — 16:55

Mps giù in Borsa, “truffa aggravata” per ottenere il salvataggio pubblico



Secondo gli analisti il petitum relativo al procedimento si aggira intorno a mezzo miliardo

mps piano aumento di capitale

Mps in deciso calo in Borsa ma sopra i minimi di seduta dopo la nuova tegola giudiziaria che rischia di riaprire il capitolo del corposo contenzioso per la banca senese.

Dal punto di vista legale infatti il Monte dei Paschi di Siena si era risollevato grazie alle recenti assoluzioni che hanno consentito di ridurre sensibilmente il petitum (e cioè le richieste di indennizzo).

Fra l’altro per la prima volta viene ipotizzata la truffa aggravata ai danni dello Stato in relazione al salvataggio pubblico del 2017.

unicredit mps morelli

Marco Morelli

Il titolo accusa il colpo e a metà mattina perde quasi il 3% sotto 5 euro, ma è probabilmente ancora supportato dall’ipotesi di una prossima uscita definitiva del Tesoro dal capitale Mps.
“Nella giornata di ieri”, ricostruiscono gli esperti di Equita Sim (raccomandazione hold su Mps, con prezzo obiettivo a 5 euro), “in merito al procedimento per la vicenda degli Npl di Mps, il gip ha disposto l’imputazione coatta per l’ex ceo Marco Morelli e gli ex presidenti Alessandro Falciai e Stefania Bariatti, con l’accusa di false comunicazioni sociali e manipolazione del mercato in merito ai bilanci 2016-2017, rigettando quindi la richiesta di archiviazione. Il fatto contestato sarebbe la non conforme rappresentazione della situazione patrimoniale della banca. In particolare, secondo quanto riportato, i bilanci contestati sarebbero poi serviti per autorizzare la ricapitalizzazione precauzionale effettuata dal Tesoro nel 2017. Il giudice ha quindi ordinato nuove indagini con l’ipotesi di ‘truffa aggravata ai danni dello Stato’ in relazione all’intervento pubblico di ricapitalizzazione da 5,4 miliardi, che non sarebbe potuto avvenire qualora fosse evidente una situazione di insolvenza”.

fascia dimagrante

Sulla base delle comunicazioni presenti nel bilancio 2023, si legge nell’analisi della Sim. “il petitum riferibile alle parti civili nell’ambito del procedimento penale in oggetto pari a 495 milioni ed emerso per la prima volta nel quarto trimestre 2023. Rimane incertezza in merito alle tempistiche processuali”.

Per Intermonte (outperform con target a 5,3 euro) “dopo la serie di vittorie da parte di Mps sulle cause intentate sugli Npe (300 parti civili escluse), crediamo la banca stia correttamente presidiando il rischio specifico anche se le indagini in merito potrebbero esser negative sul titolo”. Il broker fa tuttavia presente tutti i regulator bancari, oltre che il Mef e l’Unione europea diedero il via libera alla ricapitalizzazione del 2017.

raccomandazioni broker 18-06-2024 — 02:02

Raccomandazioni dei broker del 18 giugno 2024

Da segnalare anche oggi alcuni spunti dagli analisti

continua la lettura
Telegram Finanza Report