Mar 17 Settembre 2019 — 22:06

Morelli (Mps): Widiba non è in vendita, per i bond si attende finestra di mercato



r il piano di uscita dello Stato da Mps “ci sono varie strade che possono essere avviate ma le valutazioni dipendono dall’azionista”

Mps news Morelli

Widiba, la banca online di Mps, non è in vendita. Lo ha detto oggi l’ad del Monte dei Paschi di Siena Marco Morelli a una presentazione di nuovi servizi della controllata, che è “un asset strategico” per il gruppo e per il quale il manager sembra escludere anche l’eventuale Ipo. Morelli, sollecitato dai cronisti sui molteplici dossier che riguardano la banca salvata due anni fa dal Tesoro con il meccanismo del burden sharing, ha inoltre confermato che Mps resta in stand-by su possibili emissioni di bond, in attesa di una finestra di mercato adeguata.

Morelli, per bond Mps attende finestra “agibile” di mercato

In particolare, nei giorni scorsi Unicredit, Banco Bpm, Ubi e Mediobanca hanno approfittato del rimbalzo dell’obbligazionario italiano per collocare alcune emissioni e portarsi avanti con il funding. per l’ad di Mps tuttavia “riusciamo ad andare sul mercato nella misura in cui c’è una finestra agibile. Andare sul mercato non vuol dire mettere a repentaglio il conto economico, ovvero pagare oltre una certa soglia” di interessi. “Quando ci saranno finestre, come abbiamo fatto col covered bond a inizio anno, andremo sul mercato”.

Mps, Widiba non è in vendita

Quanto a Widiba, l’asset “non è in vendita, va avanti con il piano che abbiamo tracciato e l’intenzione del gruppo è di valorizzarla all’interno del gruppo stesso”.

“Per noi Widiba – ha detto Morelli – è un centro di eccellenza in tutta quella che è la sperimentazione del new banking e delle nuove iniziative di contatto col cliente”.

Il numero uno di Mps ha poi confermato i target sugli Npl, ma anche l’intenzione di andare oltre gli stessi obiettivi del 2019 in tema di riduzione dei crediti deteriorati.

Varie strade per uscita del Mef

I rapporti con il Tesoro azionista, ha detto inoltre Morelli, sono frequenti e per il piano di uscita dello Stato da Mps “ci sono varie strade che possono essere avviate ma le valutazioni dipendono dall’azionista”. Il manager ha ricordato che c’è “un obbligo formale” con la Ue di presentare tale piano entro il 2019.

In Borsa alle ore 16 le azioni Mps cedono circa 1 punto percentuale a 1,04 euro.

Carige assemblea Malacalza 17-09-2019 — 10:24

Carige: in campo Malacalza, raggiunto quorum assemblea

Ora il voto appeso alla scelta del principale azionista: basterebbe la sua astensione a far saltare il piano

continua la lettura