Dom 19 Settembre 2021 — 07:58

Moncler: risultati 2020 battono le attese, dividendo 2021 a 0,45 euro



Accelerazione nella seconda parte dell’anno. Ruffini: più forti con Stone Island

Moncler risultati

Moncler ha archiviato il 2020 con risultati in gran parte migliori delle attese. I ricavi consolidati si attestano a 1.440,4 milioni (-11% a tassi di cambio costanti e -12% a tassi di cambio correnti); utile netto dell’anno a 300,4 milioni (-16%), con un’incidenza sui ricavi del 20,9% (22% nel 2019); Ebit a 368,8 milioni, con un’incidenza sui ricavi del 25,6% (30,2% nell’esercizio 2019).

Moncler: risultati 2020

Il consensus degli analisti raccolto dalla stessa Moncler stimava ricavi 2020 a 1,386 miliardi, utile netto di 199 milioni con margine al 14,4%, Ebit reported a 304 milioni con margine al 22%.

Accelerazione nel quarto trimestre con un fatturato di 675,3 milioni (+8% a tassi di cambio costanti e +7% a tassi di cambio correnti).

Nel secondo semestre, viene inoltre evidenziato, il margine operativo è stato pari al 39% rispetto al 36,8% del secondo semestre 2019.; il margine netto è stato pari al 32% rispetto al 27,3% nel secondo semestre 2019, anche grazie ad un beneficio fiscale contabilizzato nella seconda parte dell’anno.

La posizione finanziaria netta a fine dicembre si è attestata a 855,3 milioni, dai 662,6 milioni di fine 2019.

Moncler: dividendo 2021

Il cda della società proporrà all’assemblea dei soci un dividendo 2021 (a valere sull’esercizio 2020) di 0,45 euro per azione, pari a complessivi 113,7 milioni.

Il dividendo verrà posto in pagamento in data 26 maggio 2021 (data stacco cedola 24 maggio 2021 e record date
25 maggio 2021).

Andamento per aree geografiche

La ripresa del fatturato nel quarto trimestre viene spiegata “grazie soprattutto alla forte espansione del mercato cinese, alla crescita di Corea e Giappone ed all’eccellente performance del business online”. L’Asia nell’anno ha registrato una performance positiva, in crescita del 2% a tassi di cambio costanti nell’esercizio 2020 e del 26% nel quarto trimestre. In Emea (esclusa Italia), nell’esercizio 2020, i ricavi sono diminuiti del 18%, a tassi di cambio sia costanti che correnti, con una performance in leggero miglioramento nel quarto trimestre (-13%) supportata da una buona domanda locale. L’Italia ha registrato ricavi in calo del 34%, un trend continuato anche nel quarto trimestre. Le Americhe hanno registrato un calo del fatturato del 15% a tassi di cambio costanti e del 16% a tassi di cambio correnti, in ripresa nel corso del quarto trimestre (+5% a tassi di cambio costanti).

Ruffini: più forti con Stone Island

Remo Ruffini, presidente e amministratore delegato di Moncler, parla di “risultati eccezionali”. Inoltre il patron ricorda l’la recente acquisizione Stone Island, con cui “il Gruppo Moncler diventa più forte nel crescente segmento del nuovo lusso, che è comunità, esperienza, contaminazione. Inizia un nuovo cammino, sfidante, ma soprattutto entusiasmante”.

Per il 2021 “è difficile fare previsioni quando ci sono in corso lockdown, ma questo è il tempo di agire e di portare avanti la strategia di sviluppo di lungo termine”, è un periodo “di sfide, ma stiamo lavorando per cogliere le opportunità”.

Le azioni Moncler, protagoniste recentemente di nuovi massimi storici, hanno chiuso oggi poco mosse con un -0,12% a 50,58 euro. Il record di 52,68 euro è stato toccato lo scorso 10 febbraio.

unicredit ermotti 17-09-2021 — 10:25

Unicredit e Mps, si apre il capitolo esuberi

La banca milanese invoca le garanzie che furono accordate a Intesa Sanpaolo per le banche venete

continua la lettura