Mer 21 Agosto 2019 — 18:55

Messina (Intesa Sp): ancora 4.000 esuberi, ma resteranno nel gruppo



Il numero uno di Intesa Sanpaolo interviene anche sulla crisi di Astaldi: valuteremo soluzione di sistema

Intesa Sanpaolo carlo messina news

Gli esuberi di Intesa Sanpaolo, ancora 4.000 sulla base dell’attuale piano d’impresa, resteranno all’interno del gruppo, “questo è un impegno che prendo personalmente”, ha detto oggi il ceo Carlo Messina in un convegno sulle iniziative dell’istituto in campo sociale.

“Nel vecchio piano d’impresa – ha spiegato il banchiere – avevamo 5.000 esuberi che sono stati riassorbiti. Nel nuovo piano abbiamo altri 5.000 esuberi di cui mille sono stati già riposizionati. Per i restanti 4.000 mi impegno personalmente e resteranno all’interno di Intesa Sanpaolo”.

Fra i diversi temi toccati dall’ad di Intesa Sanpaolo, anche sollecitato dai cronisti (dall’immancancabile Carige, su cui la banca conferma di non avere interesse alle iniziative della politica), anche quello del salvataggio di Astaldi. Parlando della crisi dell’edilizia, Messina ha ricordato che “in tutti i Paesi d’Europa si sono trovate soluzioni che facessero gli interessi dell’economia reale del Paese”.

Così se per Astaldi ci saranno possibili soluzioni di sistema, “noi le valuteremo con grande attenzione” poiché “è chiaro che è un settore strategico: quello delle costruzioni è l’unico che può garantire l’accelerazione in termini di recupero della disoccupazione in questo Paese. Non c’è dubbio che se ci saranno delle soluzioni che porteranno alla creazione di posti di lavoro le valuteremo”.

Quanto all’imminente pubblicazione dei risultati 2018 (cda il 5 febbraio), messina ha detto: “Oggi siamo ad una settimana prima della presentazione dei risultati. I nostri risultati dimostrano la forza della nostra banca”.

Intanto in Borsa alle ore 15,03 le azioni intesa Sanpaolo segnano -1,04% a 2,043 euro, con l’indice di settore oggi debole -1,5%.

Borsa italiana oggi Milano news 21-08-2019 — 01:29

Borsa italiana: la crisi di governo non ferma il rimbalzo. In luce Pirelli, Fca

Bene anche le banche mentre migliora lo spread. Positivi i petroliferi

continua la lettura