Gio 19 Settembre 2019 — 07:10

Mediobanca fa shopping in Francia nella corporate finance, rilevato il 66% di Mma



Il gruppo è una delle principali boutique di Corporate Finance francesi, con un’ampia base di clienti anche a livello internazionale

mediobanca kaiors news

Mediobanca fa shopping in Francia. L’istituto guidato da Alberto Nagel ha rilevato il 66% di Messier Maris & Associés (Mma), una delle tre principali boutique di Corporate Finance francesi, con un’ampia base di clienti anche a livello internazionale.

Mediobanca e la società transalpina hanno firmato infatti un accordo di partnership strategica di lungo periodo sulla base del quale Mediobanca ha acquisito la quota del 66%.

Mma è specializzata nei servizi di M&A advisory a società di grandi e medie dimensioni e in attività con financial sponsors. La società opera inoltre nelle attività di debt e capital advisory e debt restructuring. Ha sede a Parigi con uffici a New York e si avvale della collaborazione di circa 40 professionisti.

I partner fondatori di Mma, Jean-Marie Messier e Erik Maris continueranno a guidare la società, “pienamente impegnati a promuovere lo sviluppo futuro di Mma e, più in generale, delle attività CIB di Mediobanca”, spiega una nota di Piazzetta Cuccia.

Mediobanca “acquisisce una presenza di primario standing in Francia, già oggi considerato un mercato importante per la divisione CIB, beneficiando quindi di una maggiore scala, diffusione dei propri prodotti e distribuzione”.

La transazione, pagata interamente in azioni di Mediobanca, consentirà alla divisione CIB di Mediobanca di incrementare di circa il 30% l’ammontare delle commissioni derivanti da prodotti di Investment Banking a basso assorbimento di capitale; e di aumentare dell’8% le commissioni di gruppo. Il controvalore è pagato con azioni Mediobanca, a valere su parte del piano di buyback attualmente in corso (che può continuare fino a un massimo del 3% del capitale di Mediobanca).

L’operazione, viene inoltre precisato, è accrescitiva dell’Eps del 2%.

Per il ceo di Mediobanca Alberto Nagel “l’acquisizione di Mma è un innesto formidabile per il Gruppo”. Il manager ritene che “insieme ai nostri team che già operano in Italia e Spagna siamo convinti che il gruppo Mediobanca si affermerà ancora di più come principale banca d’affari per il Sud Europa”.

In Borsa alle ore 9,50 azioni Mediobanca -0,19% a a 9,286 euro in una giornata di vendite sul Ftse Mib (-0,65%).

Del Vecchio mediobanca generali 18-09-2019 — 10:59

Mediobanca: Del Vecchio si prende quota del 7%, obiettivo Generali?

Piazzetta Cuccia torna sotto i riflettori assieme alla catena che la lega al gruppo assicurativo di Trieste

continua la lettura