Mar 18 Gennaio 2022 — 07:53

Leonardo vende elicotteri agli Usa, per Profumo in Europa è “momento delle scelte”



il manager in audizione parlamentare annuncia tempi rapidi per la cessione di Oto Melara e Wass

Azioni Leonardo ben intonate oggi in Borsa dopo la decisione del Dipartimento Usa della Difesa di esercitare le opzioni per ulteriori 36 elicotteri TH-73A, con relative parti di ricambio, per un valore di 159,4 milioni di dollari. Il titolo però, dopo qualche esitazione, è stato oggetto di acquisti soprattutto dopo l’audizione alla Camera dell’ad Alessandro Profumo, che ha parlato di tempi rapidi per la cessione di Oto Melara e Wass.

I candidati che avrebbero presentato manifestazioni d’interesse sono il consorzio franco tedesco Knds e Fincantieri. Non ha invece scoperto le carte su una eventuale offerta l’a.d. di Rheinmetall Italia Alessandro Ercolani, a sua volta sentito in commissione parlamentare.

In precedenza Alessandro Profumo aveva affidato il suo pensiero a un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, in particolare sulla potenziale vendita a soggetti europei di Oto Melara e Wass, operazione che deve fare i conti con i malumori della politica e le decisioni che saranno prese dal governo secondo la disciplina del Golden power.

“Capisco la fatica di capire la complessità di un settore come il nostro, ma se vogliamo garantire uno sviluppo solido e sicuro all’industria e quindi alla nostra crescita questo è il momento”, ha affermato Alessandro Profumo.

Per il manager dell’ex Finmeccanica “questi sono i mesi nei quali dobbiamo fare delle scelte” sia a livello di gruppo che di Paese. “La prima (scelta) è che non si può fare tutto”, mentre “si può essere un grande gruppo solo se hai leadership riconosciute quanto meno in Europa”.

Alla domanda se si stia riferendo a Oto Melara e Wass, Profumo risponde: “Ci siamo posti una domanda semplice: siamo i proprietari migliori per quelle due aziende? Siamo noi quelli che possono garantire uno sviluppo e una crescita? Perchè guardi sono aziende che vanno bene”. E sulla possibile reazione dell’esecutivo aggiunge: “Il governo ha il golden power. Noi possiamo, come abbiamo fatto, spiegare il senso della nostra azione che si inscrive nella Direttiva per la Politica Industriale della Difesa emanata dal Ministero della Difesa. Contemporaneamente abbiamo infatti acquistato una quota importante in un’azienda della difesa tedesca, la Hensoldt, che essendo attiva nell’elettronica ci permette di adempiere a quel ruolo di campione nazionale che deve creare valore per l’intero sistema-Paese oltre ad assicurarne per la nostra parte la difesa e la sicurezza”.

Profumo poi afferma: “Significa che noi, e quindi il nostro Paese, abbiamo l’obiettivo di essere i primi al mondo nel settore degli elicotteri; primi nell’elettronica della difesa in Europa e, a crescere negli Stati Uniti; protagonisti dei programmi di cooperazione internazionale nell’aeronautica; punto di riferimento nello spazio in Europa e in quel grande comparto che è la cybersecurity”.

In Borsa le azioni Leonardo chiudono con un +2,42% a 6,262 euro.

castagna banco bpm 17-01-2022 — 09:42

Castagna (Banco Bpm) cauto su terzo polo. Novità su caso diamanti

La sfida alle big del mercato non è “solo questione di dimensioni”. Per la vicenda delle pietre preziose transazioni quasi del tutto completate

continua la lettura