Lun 25 Maggio 2020 — 17:12

Intesa Sanpaolo e Unicredit pronte a maxi-cessioni di Utp



Le due maggiori banche italiane starebbero preparando nuove operazioni di pulizia del bilancio. Focus sulle inadempienze probabili

Intesa Sanpaolo filiali aperte

Intesa Sanpaolo e Unicredit sono quasi pronte ad annunciare nuove operazioni di pulizia del bilancio con la dismissione soprattutto di inadempienze probabili (Utp).

In particolare, secondo l’agenzia Bloomberg, la banca guidata da Carlo Messina sta preparando la vendita di un consistente pacchetto di crediti selezionati all’interno del portafoglio di 15,6 miliardi di euro di inadempienze. Si tratta di Utp con sottostanti prestiti immobiliari o a società. Al momento non è stata ancora deciso l’ammontare dei crediti da cedere ma si parla anche della possibilità di inserire nell’intera operazione un singolo pacchetto dal valore nominale di circa 2 miliardi di euro.

L’operazione, che rientra nelle strategie di riduzione dello stock di Npl dal 9,2% al 6% entro il 2021, potrebbe confermare le intenzioni di Messina di imprimere un colpo di acceleratore alla pulizia di bilancio considerata prioritaria per la banca.

“Abbiamo già fatto molto sugli Npl, raggiungendo il livello pre-crisi, ma vogliamo fare di più”, ha affermato ieri il banchiere che pochi giorni fa ha rivelato la possibilità di un annuncio sulla riduzione dei crediti deteriorati nei prossimi mesi.

La stessa strada potrebbe essere seguita anche da Unicredit. Secondo MF, la banca milanese sarebbe pronta a lanciare il nuovo progetto Sandokan 2 per smaltire 3 miliardi di crediti deteriorati, per la maggior parte costituita da inadempienze probabili con sottostante prestiti immobiliare.

Una prima tranche da 800 milioni potrebbe essere ceduta già a febbraio con il coinvolgimento di operatori già noti in Piazza Gae Aulenti: Pimco, Gwm e Aurora Recovery Capital, già coinvolti nell’operazione Sandokan di fine 2015.

Intanto a Piazza Affari i due titoli pagano l’impostazione negativa del mercato: alle 9,50 Intesa Sanpaolo perde lo 0,07% e Unicredit lo 0,86%.

Unicredit intesa ubi 25-05-2020 — 08:33

Unicredit, ammessa da antitrust all’istruttoria Intesa-Ubi

Una mossa che secondo alcuni osservatori sarebbe arrivata a sorpresa, e che in ogni caso contribuisce a mettere in bilico l’offerta di Intesa Sanpaolo. Intanto i tempi si allungano

continua la lettura