Dom 26 Settembre 2021 — 02:46

Guala Closures vola in Borsa, Bonomi punta sull’Italia



Titolo in spolvero dopo l’opa parziale del fondo, che intende indirizzare nuovi investimento verso aziende tricolori

guala closures bonomi

Le azioni Guala Closures volano in Borsa avvicinandosi al prezzo dell’opa di Investindustral. Il fondo che fa capo ad Andrea Bonomi ha messo sul piatto 6 euro per azione (dai 4,8 euro della chiusura di ieri) per rilevare il 20% circa dei diritti di voto (22,6% dei diritti economici) del produttore di tappi in alluminio per bevande quotato sul segmento Star.

Guala Closures, Bonomi investe 91 milioni

L’offerta di Bonomi sulla quota di Guala Closures rappresenta un premio del 23,7% rispetto al prezzo medio ponderato di ieri, del 17,6% rispetto all’ultima settimana e del 22,7% rispetto all’ultimo mese. Confrontata al prezzo medio ponderato degli ultimi tre mesi l’offerta è invece a sconto del 5,4%. Guala Closures infatti, prima di crollare per effetto dell’allarme coronavirus, in febbraio aveva toccato i massimi da oltre un anno a 7,88 euro.

L’opa volontaria parziale è stata lanciata da Special Packaging Solutions Investments Sarl, società di investimento di Investindustrial VII L.P. e non è finalizzata al delisting. L’esborso massimo complessivo è pari a 90,996 milioni di euro e l’offerente vi farà fronte con mezzi propri.

Il corrispettivo offerto è stato determinato assumendo che l’assemblea degli azionisti di Guala Closures approvi la proposta del cda di destinare integralmente l’utile dell’esercizio 2019 a riserva. Se invece l’assemblea del 30 aprile dovesse deliberare la distribuzione di dividendi o di riserve, il corrispettivo offerto sarà ridotto di un importo pari all’ammontare dell’utile o della riserva per azione distribuito.

L’offerta riguarda una società che vede fra i suoi attuali soci principali oltre al numero uno, Marco Giovannini col 24,27%, tre fondi: Peninsula (8,81%), Amber (6,43%) e Alantra (5,91%).

Bonomi punterà 2,5 miliardi sull’Italia

Nella sua posizione di socio di minoranza, spiega una nota, Investindustrial sosterrà il processo di crescita di Guala Closures, sulla base della strategia presentata dall’attuale management, supportandola nel cogliere le future opportunità di sviluppo e crescita, anche per linee esterne, che si dovessero presentare.

Investindustrial, ha spiegato Andrea Bonomi, investirà nei prossimi tre anni in Italia 2,5 dei 5 miliardi che ha in programma di effettuare. E l’opa sul 20% di Guala Closures è una tappa. Il fondo “ha sempre investito e continuerà a investire in Italia sia con operazioni industriali sia in misura minore con un’ottica finanziaria acquisendo quote di minoranza in società quotate, come già fatto in passato per esempio con Aeroporti di Bologna – prosegue -. Peraltro il settore in cui Guala opera ci è ben noto avendo già investito sia nel packaging con Saffa che nella filiera del vino con AEB e Chianti Ruffino, ma anche, come famiglia Bonomi, in Sella&Mosca”.

Investindustrial “è ben bilanciata fra capitale investito e liquidità e nei prossimi tre anni investirà 5 miliardi di euro e stimiamo che almeno 2,5 miliardi saranno investiti in Italia. Sono infatti convinto che il Paese saprà superare questa difficile fase e tornare a crescere e noi, come Investindustrial, faremo la nostra parte”.

Intanto Guala Closures ha finalizzato proprio oggi la cessione del 100% di GCL Pharma al gruppo Bormioli Pharmae per complessivi 9,3 milioni di euro.

In Borsa alle ore 11,01 Guala Closures segna +21,88% a 5,85 euro.

azioni Carige 24-09-2021 — 10:04

Carige, la Bce torna in pressing ma Genova ora punta su fusione a tre

Francoforte avrebbe chiesto al Fitd un piano alternativo alla ricerca di un partner

continua la lettura