Dom 24 Marzo 2019 — 02:43

Generali, conti 2018 senza sorprese. La cedola sale a 0,9 euro



La compagnia chiude il 2018 con conti in crescita e sostanzialmente in linea con le attese del mercato e alza il dividendo dell’8,5%. Superati anche i target del vecchio piano industriale e Donnet si dice fiducioso sul raggiungimento degli obiettivi del nuovo business plan

Assicurazioni Generali, news

Titolo Generali ben intonato nelle prime battute della seduta a Piazza Affari in scia alla pubblicazione di risultati annuali sostanzialmente in linea con le attese del mercato. La compagnia di assicurazioni ha infatti registrato nel 2018 un utile netto di 2,3 miliardi (+9,4%), a fronte dei 2,384 miliardi previsti dal consenso degli analisti, un utile operativo di 4,9 miliardi (+3%), contro i 4,818 miliardi delle attese, e premi per 66,691 miliardi (+4,9%), di poco superiori ai 66.575 miliardi delle previsioni di mercato. E’ peggiorato invece il risultato non operativo, con una perdita passata dagli 1,109 miliardi del 2017 a 1,361 miliardi, a causa delle “svalutazioni sugli investimenti azionari” e ai “minori profitti netti di realizzo che riflettono la politica di sostegno ai rendimenti futuri dei propri investimenti”.

In linea alle attese è risultato anche il dividendo. Il Cda ha infatti proposto un aumento delle cedole dagli 85 centesimi di euro pagati nel 2017 a 90 centesimi, lo stesso ammontare previsto dal mercato.

Nei prossimi mesi Generali proseguirà la strategia di ribilanciamento del portafoglio per rafforzare ulteriormente la redditività, con una logica di più efficiente allocazione di capitale. Nel segmento Danni è inoltre previsto un rafforzamento della raccolta premi nelle principali aree geografiche in cui opera, con una forte attenzione ai mercati ad alto potenziale di crescita.

“Con i risultati che presentiamo oggi, Generali chiude il piano 2015-2018 superando tutti i target e completando con successo la trasformazione industriale del gruppo. Ciò è avvenuto malgrado un contesto generale difficile, a conferma della nostra capacità di esecuzione e di creare valore sostenibile per tutti gli stakeholder”, ha dichiarato l’amministratore delegato Philippe Donnet.

Donnet, nel corso di una conference call con gli analisti, ha inoltre espresso fiducia sulla capacità della compagnia di raggiungere anche i target del piano al 2021, che prevede, tra le altre cose, una crescita dell’utile per azione tra il 6% e l’8%, un pay-out per il dividendo tra il 55% e il 65% e un Roe medio superiore all’11,5%.

Alle 9,06 le azioni Generali guadagnano lo 0,32% a 15,86 euro.

carige news 22-03-2019 — 09:52

Carige: countdown per le offerte. Closing su Creditis, rilancio per Cesare Ponti

Entro il 28 marzo si chiude per la cessione della società di credito al consumo mentre per la metà di aprile sono attese le offerte per l’aggregazione. Intanto primi passi concreti per il rilancio della società di gestione del risparmio con una nuova filiale a Genova

continua la lettura