Dom 26 Settembre 2021 — 03:26

Generali, cda studia dossier acquisizioni in Russia e Malesia



Le due operazioni secondo indiscrezioni di stampa andranno all’esame oggi del comitato strategico e domani del consiglio di amministrazione

del vecchio caltagirone generali

Assicurazioni Generali di nuovo focalizzate sulle possibili acquisizioni in Russia e Malesia. Le due operazioni secondo rumors di stampa andranno all’esame oggi del comitato strategico e domani del cda.

Il gruppo ha ancora a disposizione circa 2,3 miliardi da utilizzare per l’M&A secondo il piano, dopo aver già speso circa 1,8 miliardi. “Cerchiamo opportunità con la stessa disciplina di sempre – ha spiegato recentemente il ceo Philippe Donnet agli analisti -. Per noi le acquisizioni non sono un obbligo, ma un modo per creare
valore per gli azionisti. Non so cosa
faremo da qui alla fine dell’anno, dipenderà dalla qualità delle opportunità che troveremo”.

Ora Generali, persa la partita in Polonia per gli asset di Aviva andati alla concorrente Allianz, torna a esaminare i dossier Russia e Malesia. Tali operazioni, secondo quanto anticipa il Sole 24 Ore,
andranno all’esame oggi del comitato strategico e domani del consiglio di amministrazione.

In Russia Generali starebbe guardando con interesse a una società attiva principalmente nel settore dei danni e ben posizionata in termini di quote di mercato. Il valore dell’operazione sarebbe vicino ai 2 miliardi di euro e riguarderebbe
l’ingresso in RESO-Garantia, compagnia fondata nel 1991 e che fa capo
alla famiglia Sarkisov, di cui Axa nel
2008 ha acquistato una quota vicina
al 38%.

La compagnia è uno dei principali operatori russi con una quota di mercato prossima al 9%, scrive oggi il Sole. RESO dispone di una rete
di circa 30.000 agenti. Inoltre ha una base clienti vicina a 10 milioni di persone.

In Malesia il Leone di Trieste avrebbe
messo nel mirino, come già trapelato le scorsa estate, le attività di Axa. Ossia le due joint venture con Affin Bank, Axa Affin General Insurance e Axa Affin Life Insurance. Due asset che complessivamente potrebbero avere una valutazione prossima ai 700 milioni di dollari e concentrate sia sul danni, che rappresenta la parte preponderante, sia sul vita.

Gli asset sarebbero finiti anche nel mirino di Hsbc in cordata con Etiqa. Generali è entrata in Malesia nel 2014 rilevando il 49% di Multi Purpose Insurance Berhad, con un investimento di 81,4 milioni di euro, per poi salire al 70% negli anni successivi.

In Borsa alle ore 10,02 le azioni Generali segnano -0,09% a 17,055 euro.

azioni Carige 24-09-2021 — 10:04

Carige, la Bce torna in pressing ma Genova ora punta su fusione a tre

Francoforte avrebbe chiesto al Fitd un piano alternativo alla ricerca di un partner

continua la lettura