Dom 27 Settembre 2020 — 05:27

Fondi, Bc Partners compra la pasticceria Bindi



Il gruppo ha chiuso il 2019 con un fatturato di oltre 140 milioni. I termini finanziari dell’operazione non sono stati resi noti

Fondi assistiti dal gruppo di private equity Bc Partners hanno raggiunto un accordo per acquisire Pasticceria Bindi Spa, produttore e distributore leader nei prodotti di pasticceria surgelati in Italia e all’estero, dalla famiglia che possiede la società.

Fondata a Milano nel 1934, Bindi è leader nella produzione di prodotti di pasticceria surgelati con una vasta gamma di dessert e altri prodotti da forno, tra cui pasticceria e dessert gelati mono-porzione, torte e gelati.

Bindi, ora rilevata da Bc Parters, ha chiuso il 2019 con un fatturato di oltre 140 milioni. I termini finanziari dell’operazione non sono stati resi noti. In Italia, la società, serve una base frammentata di oltre 25.000 clienti rappresentati principalmente da ristoranti, hotel e bar. Al di fuori dell’Italia, i prodotti Bindi sono venduti in oltre 40 mercati che generano circa il 40% dei ricavi trainati dagli Stati Uniti, dove Bindi opera attraverso una propria filiale con capacità di produzione e distribuzione diretta.

Questa operazione segue quella recentemente realizzata da Bc Partners nel settore dei prodotti da forno surgelati italiani con l’acquisizione di Forno d’Asolo nel 2018.

Bc Partners, spiega una nota, sosterrà il piano di ulteriore sviluppo della società che prevede una crescita dei ricavi grazie alla continua espansione internazionale, l’ampliamento della gamma di offerta e il lancio di nuovi prodotti di pasticceria, ma anche la crescita per linee esterne consolidando ulteriormente il settore attraverso acquisizioni strategiche in Italia e all’estero.

Bindi continuerà ad essere gestita da Roberto Sala, Direttore Generale della Società dal 2014, mentre Attilio Bindi, Amministratore Delegato, rimarrà con funzioni strategiche anche per lo sviluppo dei mercati internazionali.

banco bpm credit agricole 25-09-2020 — 11:43

Banco Bpm, spunta la pista Crédit Agricole

Il titolo prosegue la sua corsa nonostante le smentite dei francesi. L’istituto resta comunque il possibile obiettivo di una prossima operazione di fusione bancaria

continua la lettura