Dom 24 Gennaio 2021 — 01:22

Ferrari: primo trimestre in frenata, rivista guidance 2020



I nuovi target riflettono le previsioni “dell’impatto della pandemia da Covid-19, che influenzerà principalmente i risultati del secondo trimestre, causando una forte riduzione dei ricavi e dei proventi della Formula 1, delle attività legate al marchio e dalle vendite di motori a Maserati”

ferrari primo trimestre 2020

(Articolo aggiornato alle ore 17,21) – Le azioni Ferrari, dopo qualche esitazione, reagiscono positivamente in Borsa all’annuncio dei risultati preliminari consolidati relativi al primo trimestre 2020, concluso il 31 marzo 2020. La società di Maranello ha rivisto inoltre la propria guidance per l’intero anno 2020.

Ferrari, primo trimestre 2020

Questa guidance in particolare riflette le previsioni “dell’impatto della pandemia da Covid-19, che influenzerà principalmente i risultati del secondo trimestre, causando una forte riduzione dei ricavi e dei proventi della Formula 1, delle attività legate al marchio e dalle vendite di motori a Maserati”.

Intanto Ferrari ha chiuso il primo trimestre 2020 con un utile netto di 166 milioni di euro, in calo dell’8% rispetto all’analogo periodo del 2019, su ricavi netti pari a 932 milioni, quasi in linea con l’anno precedente con l’anno precedente (940 mln), nonostante la flessione dei ricavi generati dalla F1 e altri ricavi. L’ebitda adjusted è pari a 317 milioni, in crescita dell’1,9% con un margine pari al 34%. L’ebit adjusted è inferiore del 5% a 2020 mln per effetto dei maggiori ammortamenti.

Nuova guidance 2020

Quanto ai nuovi target 2020, rispetto alla guidance aggiornata lo scorso febbraio, l’intervallo roposto si basa sulla “volontà di assicurare un portafoglio ordini forte a fine anno, elemento cardine del modello di crescita della Società”.

Più in dettaglio: la nuova stima è di ricavi netti fra 3,4 e 3,6 miliardi (da maggiore di 4,1 miliardi), ebitda adjusted 1,05-1,20 miliardi (da 1,38-1,43 miliardi), ebit adjusted 0,6-0,8 miliardi (da 0,95-1 miliardi), utile diluito adjusted per azione 2,4-3,1per azione (da 3,90-3,95 per azione), free cash flow industriale 0,1-0,2 miliardi (da maggiore o uguale a 0,4 miliardi).

In Borsa le azioni Ferrari alle ore 17,21 segnano +1,53% a 145,6 euro, dopo essere arrivate a perdere fino al 6% nel corso della seduta.

mps bce 22-01-2021 — 10:48

Mps, spunta l’ipotesi dell’aumento di capitale “a rate”

Un bond subordinato e due tranche successive in capitale: l’operazione consentirebbe al Tesoro maggiore flessibilità rispetto ai nodi degli aiuti di Stato e della riprivatizzazione

continua la lettura