Ven 18 Giugno 2021 — 09:52

Eni lancia il primo bond sustainability-linked del settore



L’emissione obbligazionaria è collegata al
conseguimento di determinati target “verdi”

azioni eni

Eni ha lanciato oggi con successo il collocamento del primo bond sustainability-linked del settore oil & gas, con durata di 7 anni, nell’ambito del programma Euro Medium Term Note della società del Cane a sei zampe.

L’emissione, di ammontare 1 miliardo di euro, sarà collegata al conseguimento dei seguenti target: Net Carbon Footprint Upstream (Scope 1 e 2) pari o inferiore a 7,4 MtonCO2eq al 31 dicembre 2024 (-50% rispetto alla baseline del 2018); capacità installata per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili pari o superiore a 5 GW al 31 dicembre 2025.

Il tasso di interesse applicato rimarrà invariato sino alla scadenza del prestito obbligazionario a fronte del raggiungimento dei target sopra riportati.

In caso di mancato raggiungimento di uno dei due target indicati, verrà applicato un meccanismo di step-up con un incremento di 25 bps del tasso di interesse, in linea con quanto previsto nei termini e condizioni dell’emissione.

Venendo ai dettagli del collocamento odierno, le obbligazioni sustainability-linked Eni hanno registrato una domanda intorno ai 3 miliardi.

Il titolo ha spuntato un prezzo di re-offer di 99,855% e paga una cedola annua dello 0,375%

L’emissione del bond Eni avviene in esecuzione di quanto deliberato dal consiglio di amministrazione il 23 aprile 2020 ed è volta a finanziare i futuri fabbisogni del gruppo e a mantenere una struttura finanziaria equilibrata.

Per l’emissione delle obbligazioni, Eni si è avvalsa di un sindacato di banche composto da Bnp Paribas, BofA Securities, Crédit Agricole Cib, Goldman Sachs International, JP Morgan, Morgan Stanley e UniCredit che agiranno come joint lead manager.

In Borsa le azioni Eni hanno chiuso con un +0,71% a 10,454 euro.

Borsa italiana oggi 18-06-2021 — 08:27

Borsa italiana oggi: Prysmian, Mediaset, Banco Desio

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

continua la lettura