Lun 22 Aprile 2019 — 13:00

Eni e Saipem giù in Borsa con il petrolio



Quotazioni del greggio ancora in ritirata dopo la fiammata estiva: pesano aumento delle scorte e una produzione Opec che compensa ampiamente la frenata iraniana

Eni e Saipem pesanti a Piazza Affari assieme al comparto petrolifero europeo, mentre fa eccezione Tenaris dopo i conti migliori delle attese.

A pesare sono i nuovi ribassi del greggio, che dopo la fiammata estiva è tornato nelle ultime settimane a cedere terreno e vede stamani il Brent poco sopra 74 dollari e il Wti a 64 dollari al barile.

Complessivamente a ottobre il Brent ha perso l’8,85 e il Wti il 10,7%. I ribassi si spiegano con il continuo aumento delle scorte, anche ieri evidenziato dai dati settimanali Usa, e da livelli di produzione Opec che avrebbero ampiamente compensato la frenata dell’Iran dovuta alle sanzioni.

Alle ore 11,54 Saipem in particolare cede l’1,53% ed Eni circa 1 punto percentuale contro il +1,1% del Ftse Mib.

carige news 18-04-2019 — 09:54

Carige, piano di Blackrock lacrime e sangue

La taglia dell’aumento di capitale destinata a salire ad almeno 700 milioni, indiscrezioni sul taglio massiccio di filiali ed esuberi. Una call del gestore Usa sulla quota del Fitd

continua la lettura