Mer 30 Settembre 2020 — 17:30

Eni, due nuovi bond a 6 e 11 anni



Emissioni per complessivi 2 miliardi, buona la domanda

eni gattei

(Articolo aggiornato alle ore 16,27) – Eni ha lanciato due nuovi bond per complessivi 2 miliardi di euro. Il colosso petrolifero, che mercoledì riunisce l’assemblea per l’approvazione del bilancio 2019 e il rinnovo del cda, ha dato mandato a un pool di banche per il collocamento.

Eni, bond a 6 e 11 anni

Eni ha incaricato dell’emissione un consorzio di banche composto da Barclays, Bnp Paribas, Crédit Agricole CIB, Jp Morgan, Mediobanca e Unicredit per l’organizzazione del collocamento di nuovi bond a tasso fisso con durata di 6 anni e di 11 anni, nell’ambito del proprio programma di Euro Medium Term Note, entrambi per 1 miliardo.

Secondo il servizio Ifr di Refinitiv, la domanda per l’offerta a sei anni è di circa 4,8 miliardi, quella sul titolo a 11 anni di circa 4,3 miliardi.

Le indicazioni di rendimento vedono un premio rispettivamente di 165 e 210 punti base sopra tasso mid-swap per i titoli a sei e undici anni, rispetto a una prima guidance di 210 e 250 punti base rivista poi a 180 e 220.

Eni si rifinanzia

Le emissioni, spiega una nota del gruppo, avvengono in esecuzione di quanto deliberato dal Consiglio di amministrazione di Eni il 23 aprile scorso e “sono volte a mantenere una struttura finanziaria equilibrata in relazione al rapporto tra indebitamento a breve e a medio-lungo termine e alla vita media del debito di Eni”.

I prestiti obbligazionari, destinati agli investitori istituzionali, saranno quotati alla borsa di Lussemburgo, precisa Eni.

In Borsa alle ore 16,27 le azioni Eni segnano -0,31% a 8,604 euro in linea con l’intonazione negativa del mercato.

Bper aumento di capitale 30-09-2020 — 09:59

Bper, aumento di capitale da oltre 800 milioni

Il prezzo di 90 centesimi incorpora uno sconto sul Terp del 31% circa. Schierato un ampio consorzio di garanzia

continua la lettura