Mer 29 Gennaio 2020 — 14:02

Eni colloca bond gennaio 2030, focus sul rendimento



Rendimento in area 50 punti base sul tasso mid-swap. Gli ordini avrebbero superato 3,1 miliardi

Eni bond

(Articolo aggiornato alle ore 15,53) – Eni ha dato mandato a un pool di banche per il collocamento di un bond a 10 anni con scadenza 23 gennaio 2030. L’emissione a tasso fisso si inserisce nell’ambito del programma di Euro Medium Term Note del Cane a sei zampe.

Eni, bond scadenza gennaio 2030

Il bond, come spiega la stessa Eni in una nota, contribuirà a “mantenere una struttura finanziaria equilibrata in relazione al rapporto tra indebitamento a breve e a medio-lungo termine e alla vita media del debito” della società.

Il prestito, destinato agli investitori istituzionali, sarà successivamente quotato alla borsa di Lussemburgo.

Indicazioni di rendimento

Sul fronte del rendimento, il bond che ha importo 1 miliardo è passato da indicazioni iniziali in area 75/85 punti base sul tasso mid-swap all’area 55 punti e infine a 50 punti base, secondo il servizio Ifr di Refinitiv. Gli ordini avrebbero superato i 3,1 miliardi.

Il collocamento delle nuove obbligazioni Eni è curato da Banca Imi (Gruppo Intesa Sanpaolo), Barclays, Citi, NatWest Markets, Societe Generale e UniCredit.

I rating di Eni

Il rating di Eni relativo al debito di lungo termine è A- (outlook stabile) per Standard & Poor’s, Baa1 (outlook stabile) per Moody’s e A- (outlook stabile) per Fitch.

In Borsa alle ore 15,53 le azioni Eni segnano +0,52% a 13,87 euro.

Unicredit trimestre 29-01-2020 — 12:23

Unicredit: trimestre atteso in rosso, focus su dividendo

Il dividendo viene stimato a 0,63 euro, pù che raddoppiato (+133%) dalla cedola di 0,27 euro distribuita a valere sul 2018. Da segnalare che su un panel di 18 broker che forniscono una raccomandazione sulla banca guidata da Jean Pierre Mustier, il 100% dice buy

continua la lettura