Mer 23 Gennaio 2019 — 19:06

Eni: avanti con Zohr in Egitto, Descalzi in Iraq



Il maxi giacimento di gas segna un nuovo traguardo nella produzione. L’ad Descalzi ricevuto dal ministro del petrolio iracheno

Fine settimana ricco di avvenimenti per Eni. Il gruppo ha infatti segnato un nuovo traguardo nel maxi giacimento a gas di Zohr, in Egitto, mentre l’ad Claudio Descalzi ha fatto tappa in Iraq.

Zohr, secondo quanto comunicato dall’Eni, ha raggiunto una produzione di 2 miliardi di piedi cubi al giorno, corrispondenti a circa 365mila barili di olio equivalente al giorno. La quota Eni è di 110mila barili; il risultato, per quanto atteso, è stato centrato con un anno di anticipo rispetto al piano originale, come sottolineano gli analisti di Equita, che confermano la raccomandazione Buy con target price di 18,5 euro.

In Iraq invece l’ad Claudio Descalzi è stato ricevuto dal ministro del petrolio iracheno, Jabbar Ali Hussein Luaibi, con il quale ha discusso l’ulteriore aumento della produzione di di Zubair, già cresciuta di oltre il 100% dal 2015. Il progetto, realizzato da Eni assieme a Basra Oil Company (BOC), ha segnato lo sviluppo rapido di uno dei più grandi giacimenti petroliferi nella regione meridionale di Bassora.

In Borsa intanto alle ore 9,50 le azioni Eni segnano stamani +0,52% a 15,80 euro, in una seduta debole per i petroliferi ma con il Ftse Mib ben intonato (+1,1%).

Intesa Sanpaolo news 23-01-2019 — 09:34

Intesa Sanpaolo, torna in dubbio la conferma di Gros-Pietro?

Il ruolo del presidente torna in dubbio in vista dell’assemblea di aprile. Uniche certezze sono la conferma di Messina e l’apertura del Cda a esponenti esperti di mercati esteri e fintech

continua la lettura
NOTIZIE CORRELLATEtorna alla sezione