Dom 24 Gennaio 2021 — 01:48

Enel, nuovi target price delle banche d’affari dopo il piano 2021-2023



Barclays, Oddo Bhf, Stifel e Goldman Sachs fra i broker che confermano le loro raccomandazioni positive

enel target price

Le banche d’affari accolgono il nuovo piano di Enel alzando i target price e confermando le rispettivamente raccomandazioni positive. Il titolo guadagna terreno in Borsa dopo il +4,2% di ieri, giorno di presentazione delle strategie aggiornate al 2021 e di un’inedita Vision 2030.

Enel, target price aggiornati

Il piano strategico 2021-2024 in realtà non cambia molto l’opinione degli analisti, come quelli di Oddo Bhf che spiegano: “Questa nuova versione del piano strategico per il 2023 non modifica in modo significativo le nostre stime di Ebitda e influisce solo marginalmente sulle nostre aspettative di utili (Eps stimati nel 2021 -6,4%; 2022 -0,7% e 2023 + 2,2%)”. Infatti “la strategia di Enel rimane, non a caso, focalizzata sulla crescita organica, principalmente nei settori delle energie rinnovabili e nelle reti di distribuzione”, commenta il broker. Pertanto Oddo Bhf conferma il rating buy e alza il prezzo obiettivo su Enel da 8,60 a 9,60 euro.

Positiva anche Barclays che alzato il target price su Enel da 9,10 a 9,40 confermando il giudizio overweight. Il broker sostiene che il titolo non è ancora costoso a un rapporto prezzo/utili di 14,6 volte nel 2021, mentre il dividend yield è atteso pari a 4,7%, leggermente superiore a 4,3% dei concorrenti europei.

Fra i più ottimisti, gli analisti di Goldman Sachs alzano il prezzo obiettivo da 10,20 a 10,50 euro, con il titolo confermato in Conviction Buy List. Secondo la banca americana infatti il gruppo guidato da Francesco Starace “sta attualmente consolidando il suo status di leader nel campo delle energie rinnovabili”.

E ancora, Stifel Europe ha portato il target da 8,95 a 9,5 euro mantenendo il la raccomandazione buy; il giudizio è invece confermato underperform da parte di Exane Bnp Paribas che ritocca l’obiettivo di prezzo da 7,3 a 7,6 euro.

Enel, i target del piano

Nel nuovo piano industriale triennale Enel prevede investimenti complessivi per 40 miliardi (che salgono a 190 miliardi nel periodo 2021-2030), Ebitda ordinario fra 20,7 e 21,3 miliardi nel 2023, con un crescita media annua (Cagr) del 5%-6% e un utile netto ordinario fra i 6,5 e i 6,7 miliardi nel 2023, in crescita tra l’8% e il 10% medio annuo.

“Intendiamo diventare veramente protagonisti nelle rinnovabili con una presenza mondiale”, ha confermato Starace.

Quanto alla cedola, Enel ha introdotto una politica dei dividendi definita “semplice, prevedibile e interessante”: gli azionisti riceveranno un dividendo per azione fisso, garantito e crescente nei prossimi tre anni: l’obiettivo è di 0,43 euro/azione al 2023, con crescita media annua del 7% circa.

In Borsa alle ore 12,02 le azioni Enel segnano +0,37% a 8,449 euro.

mps bce 22-01-2021 — 10:48

Mps, spunta l’ipotesi dell’aumento di capitale “a rate”

Un bond subordinato e due tranche successive in capitale: l’operazione consentirebbe al Tesoro maggiore flessibilità rispetto ai nodi degli aiuti di Stato e della riprivatizzazione

continua la lettura