Finanzareport.it | Enel al riassetto in Grecia con Macquarie, nel 2023 +34% in Borsa - Finanza Report

Gio 25 Luglio 2024 — 08:14

Enel al riassetto in Grecia con Macquarie, nel 2023 +34% in Borsa



Dallo scorso 22 novembre, quando il management guidato dall’ad Flavio Cattaneo ha presentato il piano Enel 2024-26, il titolo è cresciuto di oltre il 5% e tratta sui massimi dell’anno

enel dividendo

Azioni Enel in rialzo di mezzo punto percentuale in Borsa nel giorno in cui sono stati finalizzati gli accordi per il riassetto in Grecia, dove il colosso elettrico ha ceduto il 50% delle proprie attività a Macquarie.

Agli attuali livelli di 6,73 euro il titolo chiude il 2023 con un recupero di circa il 34% da inizio anno sovraperformando seppure di poco il Ftse Mib (+28%).

Dallo scorso 22 novembre, quando il management guidato dall’ad Flavio Cattaneo ha presentato il piano Enel 2024-26, il titolo è cresciuto di oltre il 5% e tratta sui massimi dell’anno.

Goldman Sachs ha recentemente confermato Enel nella sua Conviction List Buy con prezzo obiettivo alzato da 8,35 a 8,45 euro. Il titolo è da comprare anche secondo Citi, che ha alzato recentemente il target price a 7,20 euro; e di Equita, fra gli altri broker, che ha alzato il tp a 7,30 euro. Inoltre il titolo compare nell’elenco delle 12 top pick italiane di Intesa Sanpaolo.

fascia dimagrante

Venendo all’operazione di Enel in Grecia, il gruppo tramite la propria controllata al 100% Enel Green Power (Egp), ha finalizzato la vendita del 50% di Enel Green Power Hellas a Macquarie Asset Management, che agisce tramite Macquarie Green Investment Group Renewable Energy Fund 2 (Mgref2), a seguito del verificarsi di tutte le condizioni sospensive, come previsto nell’accordo di compravendita sottoscritto il 26 luglio scorso.

cuscino lattice economico

Enel Green Power Hellas gestisce 59 impianti pari a un totale di 482 Mw di capacità installata da fonte eolica, solare e idroelettrica, oltre a sei impianti solari in costruzione, per una capacità totale di 84 Mw. La società è inoltre impegnata nello sviluppo di un portafoglio di impianti eolici e solari, oltre a espandere le proprie attività in soluzioni innovative quali sistemi di accumulo e progetti ibridi.

Egp ha ricevuto un corrispettivo totale pari a circa 350 milioni di euro, equivalente a un enterprise value, su base 100%, di circa 980 milioni. Alla chiusura dell’operazione, Egp e Macquarie Asset Management hanno stipulato uno shareholder agreement che prevede il controllo congiunto di Enel Green Power Hellas al fine di co-gestire l’attuale portafoglio di generazione da fonti rinnovabili della società e continuare a sviluppare la sua pipeline di progetti, con ulteriore incremento della capacità installata.

L’operazione nel suo complesso ha generato un impatto positivo sull’Ebitda ordinario e reported del gruppo Enel per il 2023 per circa 400 milioni di euro (inclusa la rimisurazione al fair value della restante partecipazione), oltre a un atteso effetto positivo sull’indebitamento netto consolidato del gruppo previsto per circa 350 milioni di euro. Tale importo non include circa 400 milioni di indebitamento netto deconsolidati nel 2022, in quanto Enel Green Power Hellas era già stata classificata come “held for sale”.

raccomandazioni trading broker borsa 24-07-2024 — 11:30

Raccomandazioni dei broker del 24 luglio 2024

Diversi titoli quotati in Borsa italiana finiscono oggi sotto la lente degli analisti

continua la lettura
Telegram Finanza Report