Mer 26 Giugno 2019 — 12:55

Diamanti in banca: prima sentenza impone il risarcimento del cliente



La vicenda, resa nota dagli avvocati, riguarda un investitore indotto dalla banca (ex Banco Popolare, ora Banco Bpm) ad acquistare diamanti proposti come un “bene rifugio”

diamanti da investimento banche

Prima sentenza in Italia sul caso dei diamanti da investimento venduti in banca a prezzi gonfiati. Il verdetto, che prevede il risarcimento del cliente, è stato pronunciato dal Tribunale di Verona nei confronti di Banco Bpm per la compravendita di diamanti di Intermaket Diamond Business.

La vicenda, resa nota dagli avvocati Vincenzo e Camilla Cusumano, riguarda un investitore indotto dalla banca (ex Banco Popolare, ora Banco Bpm) ad acquistare diamanti proposti come un “bene rifugio”.

Banco Bpm, uno degli istituti più esposti al cosiddetto scandalo dei diamanti da investimento, nei giorni scorsi è corso ulteriormente ai ripari con nuove misure destinate agli investitori colpiti.

I diamanti, spiegano i legali, “erano venduti ad un prezzo circa quattro volte il reale valore e Intermarket Diamond Business, per convincere gli investitori sulla convenienza dell’operazione, provvedeva a pubblicare finte quotazioni, che poi si sono rivelate essere pagine pubblicitarie a pagamento”.

La sentenza del giudice Massimo Vaccari ha riconosciuto all’investitore il risarcimento completo del danno (quantificato in 32mila euro), ovvero la differenza tra il reale valore dei diamanti e il prezzo pagato. Non è stato invece riconosciuto il danno morale.

Intanto in Borsa alle ore 10,49 Banco Bpm rimbalza con il resto del listino milanese segnando un +2,33% a 1,688 euro.

officina stellare 26-06-2019 — 10:58

Officina Stellare, decolla al debutto su Aim di Borsa Italiana

La società, basata a Sarcedo (Vicenza), punta a imporsi a livello internazionale “Space Factory” di riferimento

continua la lettura