Ven 18 Ottobre 2019 — 04:35

Deutsche Bank brinda in Borsa agli stress test della Fed, Credit Suisse “rimandata”



La banca centrale americana comunque soddisfatta per i risultati dei 18 istituti messi alla prova. Jp Morgan e le altre big alzano il dividendo

fed stress test

Deutsche Bank è stata promossa agli stress test della Fed, un anno dopo la bocciatura che andò a pesare ulteriormente sulla reputazione della banca tedesca. Il Credit Suisse invece è stato promosso con riserva o meglio “rimandato” a ottobre, mese entro il quale dovrà riferire alla banca centrale americana sulle debolezze rilevate dalla banca centrale americana, comunque soddisfatta per la prova dei 18 istituti messi sotto stress.

Stress test Fed: promossa Deutsche Bank, rinvio per il Credit Suisse

Il Credit Suisse, per il quale si potrebbe parlare di semaforo “arancione” dalla Fed, ha assicurato che fornirà i necessari chiarimenti entro la data stabilita, cioè il 27 ottobre.

La Fed nei suoi stress test non ha sollevato altre obiezioni scatenando annunci di aumenti di cedole e piani di buyback. Fra le big, in particolare, Jp Morgan ha annunciato l’intenzione di aumentare il dividendo trimestrale da 80 a 90 centesimi per azione, a partire dal terzo trimestre, e di riacquistare fino a 29,4 miliardi di dollari di azioni nel prossimo anno fiscale.

Dalla prima edizione degli stress test, ha comunicato la Fed, le banche più grandi e complesse hanno più che raddoppiato i loro livelli patrimoniali da circa 300 miliardi di dollari a 800 miliardi.

Quanto a Deutsche Bank, la Fed ha stabilito che anche in uno scenario economico severamente avverso, il colosso bancario tedesco “supererebbe comodamente” i minimi regolatori. Il ceo Christian Sewing ha salutato il risultato come “eccellente”. Semaforo verde anche per le divisio Usa delle britanniche Hsbc e Barclays e dell’altra banca svizzera, il colosso Ubs.

In Borsa a Francoforte azioni Deutsche Bank in rialzo a metà mattina del +4,2% a 6,837 euro, mentre a Zurigo il Credit Suisse rimedia un calo inferiore al punto percentuale.

Telecom azioni risparmio 17-10-2019 — 01:06

Telecom (Tim), torna in auge la conversione delle azioni risparmio

Operazione sempre più vicina, il fondo Elliott la porrebbe come condizione per l’accordo sulla governance

continua la lettura