Lun 20 Maggio 2019 — 03:36

Creval, premiato da Dbrs che alza il rating dopo pulizie Npl



La decisione dell’agenzia di rating canadese si spiega con la riduzione dello stock di crediti lordi deteriorati e con il rafforzamento patrimoniale

creval news

Azioni Creval in spolvero stamani in Borsa dopo che l’agenzia Dbrs ha alzato il rating dell’istituto valtellinese apprezzando l’opera di pulizia degli Npl.

I rating sui depositi sono stati portati così in territorio Investment Grade: in particolare il Long-Term Deposits è stato aumentato di 1 notch a “BBB(low)” da “BB (high)” e lo Short-Term Deposits di 2 scalini da “R-3” a “R-2(middle)”.

Inoltre Dbrs ha alzato il Long-Term Issuer Rating di 1 notch a “BB (high)” da “BB”. Il trend su tutti i rating è stato portato da positivo a stabile.

La decisione dell’agenzia di rating canadese, una delle più importanti al di fuori delle “tre sorelle” americane, riflette da un lato “i progressi posti in essere da Creval nel processo riduzione dello stock di crediti lordi deteriorati, che ha comportato un calo della loro incidenza sul totale dal 22% di fine 2017 all’11% di fine 2018 – spiega lo stesso Credito Valtellinese in una nota -. E dall’altro il rafforzamento patrimoniale che ha portato il CET1 ratio fully loaded a raggiungere il 13,5% a fine 2018. Tale livello inoltre, secondo Dbrs, consente alla banca di poter accelerare ulteriormente nel processo di derisking”.

In Borsa alle ore 10,02 Creval +2,3% a 0,0711 euro.

telecom tim news 17-05-2019 — 10:15

Tim, gelo di Starace (Enel) su dossier Open Fiber. Primo trimestre atteso in calo

Il numero uno di Enel ha detto che non c’è stata “nessuna sollecitazione formale da parte di Tim per possibili combinazioni, accrocchi e vendite”

continua la lettura