Mer 27 Ottobre 2021 — 18:17

Creval passa al Crédit Agricole, opa si chiude con adesioni sopra 90%



Il risultato apre le porte al delisting delle azioni Credito Valtellinese da Piazza Affari. Ora la Banque Verte adempirà all’obbligo di acquisto dei titoli residui dagli azionisti che ne dovessero fare richiesta

opa credit agricole

L’opa del Crédit Agricole su Credito Valtellinese (Creval) ha centrato il traguardo più ambito: le adesioni hanno superato infatti il 90%, soglia che rende possibile il delisting.

I risultati dell’opa targata Credit Agricole Italia sono stati resi noti al termine dell’ultimo giorno di offerta. Le adesioni si attestano al 90,94% del capitale. Se si aggiunge quanto acquistato ai blocchi la Banque Verte sale al 91,17%.

Il risultato apre le porte al delisting delle azioni Creval da Piazza Affari. Nel documento di offerta, infatti, l’Agricole aveva specificato che, se avesse raggiunto adesioni comprese tra il 90% e il 95% non avrebbe ricostituito un flottante sufficiente ad assicurare il regolare andamento delle negoziazioni. E avrebbe adempiuto all’obbligo di acquisto dei titoli residui dagli azionisti che ne dovessero fare richiesta.

Il prezzo dell’opa era stato alzato da Crédit Agricole a 12,50 euro per azione, per convincere gli azionisti dell’istituto valtellinese più recalcitranti.

Il risultato è ovviamente un successo per la banca francese guidata in Italia da Giampiero Maioli.

In ogni caso, avendo superato il 90%, l’Agricole ritirare allo stesso prezzo dell’opa tutti i titoli Creval eventualmente consegnati. Oltre il 95% il delisting invece sarebbe stato automatico.

Oggi si è concretizzato lo sprint finale, quando in una sola giornata all’offerta è stato apportato il 41,5% del capitale. In termini di azioni si tratta di 28.423.399 che ha portato il totale complessivo a 62.231.319 azioni. Ieri le adesioni erano pari al 49,4%.

In serata il Responsabile del Crédit Agricole in Italia Giampiero Maioli ha commentato: “Oggi abbiamo concluso, con grande soddisfazione, un’operazione che rappresenta un successo per tutti. Si tratta di un’ulteriore conferma del profondo radicamento nel territorio italiano e della fiducia del Gruppo Crédit Agricole nel nostro Paese. Con CreVal rafforzeremo ulteriormente l’impegno nella crescita sostenibile, in grado di generare benefici per tutti gli stakeholder, gli azionisti e, in particolare, i clienti e le persone che vi lavorano”.

“Voglio mandare un caloroso saluto a tutti i colleghi di CreVal – ha aggiunto Maioli -: nei prossimi mesi sarà per noi prioritario incontrarli, ascoltarli e condividere con loro tutti i vantaggi derivanti dall’appartenenza a un grande gruppo internazionale”.

In Borsa il titolo del Creval ha chiuso oggi in rialzo dell’1,31% a 12,40 euro.

mediobanca trimestrale 27-10-2021 — 02:22

Mediobanca: trimestrale batte attese, no comment di Nagel su battaglia Generali

Commissioni record. Anche l’outlook è positivo, confermata la politica dei dividendi

continua la lettura