Gio 21 Novembre 2019 — 10:30

Crédit Agricole: nel piano obiettivo incrementare ricavi in Italia



Il target 2022 è di raggiungere un utile netto di pertinenza del gruppo di circa 800 milioni, che permetterà di accrescere il peso dell’Italia sul totale Gruppo Crédit Agricole SA dal 13% al 17%

credit agricole prada

Crédit Agricole ha presentato oggi il nuovo piano 2019-2022 focalizzato anche sulle attività in Italia, che per la banca francese rappresenta il secondo mercato.

Il motto del piano, spiega il Crédit Agricole, è “Agire ogni giorno nell’interesse dei nostri clienti e della società”. Tre le leve individuate: “Crescita in tutti i nostri mercati con l’obiettivo di essere primi nell’acquisizione clienti; sinergie di ricavi per raggiungere 10 miliardi di euro nel 2022; trasformazione tecnologica per una maggiore efficienza, con un budget dedicato di 15 miliardi di euro su quattro anni”.

I nuovi target di Crédit Agricole in Italia

In Italia, spiega il piano, Crédit Agricole, è presente con tutte le business lines (15 entità), e in piena coerenza con la strategia globale saranno tre le parole chiave su cui ci si concentrerà: Cliente, Sinergie e Innovazione.

Il Crédit Agricole in Italia ha generato nel 2018 circa 800 mln di utile netto (di cui 600 mln di pertinenza del Gruppo); l’obiettivo è di raggiungere nel 2022 1 miliardo di ricavi da sinergie (con una crescita media annua – Cagr – di +5% in arco piano) “grazie all’ulteriore sviluppo del cross selling e alla piena collaborazione tra le entità del Gruppo per fornire ai nostri clienti privati e imprese un’offerta sempre più completa di servizi”.

Il piano prevede di arrivare in Italia complessivamente oltre i 3,9 miliardi di ricavi nel 2022 (Cagr +3% in arco piano), mantenendo un Cost-Income di eccellenza pari a circa 50%.

Inoltre i contributo dell’Italia all’utile netto del gruppo è previsto in crescita, coerentemente con gli importanti investimenti fatti in Italia negli ultimi 2 anni: il target 2022 è di raggiungere un utile netto di pertinenza del gruppo di circa 800 milioni, che permetterà di accrescere il peso dell’Italia sul totale Gruppo Crédit Agricole SA dal 13% al 17%.

I piani della banca Crédit Agricole in Italia

Fra i progetti della banca Crédit Agricole in Italia, viene citato “lo sviluppo di un modello ancora più dedicato e specializzato per fornire competenza, consulenza e personalizzazione con 500 nuovi gestori dedicati (Premium, Consulenti Finanziari, Private)”.

Dal punto di vista dell’innovazione vengono indicate “Nuove piattaforme digitali “mobile”; Digital Factory / Credit Factory per digitalizzazione dei principali processi “core” con obiettivo di recuperare il 15/20% del tempo commerciale; · Lancio dei Village in Italia (dopo Milano già aperto a fine 2018 ulteriori aperture a Parma, Venezia, Napoli)”.

Altre iniziative, secondo quanto fa sapere Crédit Agricole, comprendono la creazione “di un’Accademia Digitale dedicata alla formazione dei dipendenti”; utilizzo dello Smart Working per il 50% del personale (escluso personale di Rete); una Piattaforma di crowdfunding a supporto di iniziative sociali (ETICA); creazione un centro di competenza dedicato all’economia sociale e allo sviluppo di progetti di economia circolare.

Il Gruppo, guidato in Italia da Giampiero Maioli, oltre alla banca include le società di Corporate e Investment Banking (CACIB), Credito al Consumo (Agos, FCA Bank), Leasing e Factoring (Crédit Agricole Leasing e Crédit Agricole Eurofactor), Asset Management e Asset Services (Amundi, CACEIS), Assicurazioni (Crédit Agricole Vita, Crédit Agricole Assicurazioni, Crédit Agricole Creditor Insurance) e Wealth Management (CA Indosuez WM, Banca Leonardo e CA Indosuez Fiduciaria).

borsa italiana oggi 21-11-2019 — 08:20

Borsa italiana oggi: Fca, Snam, Telecom, Cementir, Astaldi, Mediaset

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi negativa

continua la lettura