Mar 07 Luglio 2020 — 13:36

Crédit Agricole Italia archivia trimestre in utile per 145 milioni



Flessione del 35% legata ad accantonamenti prudenziali a fronte della crisi Covid-19

crédit agricole italia

Nel primo trimestre 2020 Crédit Agricole in Italia ha registrato un utile netto di 145 milioni (-35%) con un risultato di competenza del gruppo francese di 109 milioni. Il calo è legato ad accantonamenti prudenziali a fronte della crisi Covid-19.

Crédit Agricole Italia, utile primo trimestre 2020

Gli accantonamenti hanno avuto impatto anche sulle sole attività bancarie di Crédit Agricole in Italia (Cariparma) con un risultato netto di 49 milioni, in calo del 21%.

L’attività commerciale si conferma dinamica, spiega una nota, con una crescita del totale finanziamenti all’economia che sale a 77 miliardi di euro (+4,6% rispetto al primo trimestre 2019) e una raccolta totale (considerando anche gli assetunder management e l’attività di banca depositaria) che si assesta a oltre 24 miliardi.

Maioli: in campo liquidità

Il Crèdit Agricole è presente in Italia, suo secondo mercato domestico, con circa 14 mila collaboratori e più di 4,5 milioni di clienti.

“Prosegue in maniera forte il sostegno del Crédit Agricole in Italia a famiglie e imprese nonostante il momento di grande incertezza per il Paese. Stiamo intervenendo con concretezza operativa in tutti gli ambiti, favorendo la programmazione degli investimenti per la ripresa”, ha spiegato Giampiero Maioli, responsabile del Crédit Agricole in Italia (foto). “Abbiamo messo in campo non solo liquidità e finanziamenti, ma anche la solidità di un Gruppo internazionale che in Italia è presente con tutte le linee di business”.

eni rettifiche 07-07-2020 — 11:59

Eni, la Borsa snobba le maxi rettifiche Covid

Al momento il gruppo guidato da Claudio Descalzi per effetto del nuovo scenario prezzi stima rettifiche per circa 3,5 miliardi post-tasse

continua la lettura