Mar 07 Febbraio 2023 — 02:21

Credimi, faro di Bankitalia



La vendita della piattaforma va ai tempi supplementari, ma per Via Nazionale la società ha quasi finito la cassa a disposizione e ha bisogno di nuove risorse

vendita credimi

La vendita di Credimi va ai tempi supplementari, con CF+ e Unicredit confermati come principali pretendenti, ma il dossier secondo le ultime indiscrezioni di stampa è finito sotto la lente di Banca d’Italia, in quanto la società avrebbe quasi finito la cassa a disposizione e avrebbe bisogno di nuove risorse.

A occuparsi della vicenda è ancora il Sole 24 Ore, secondo cui a fine dicembre la vendita di Credimi a Unicredit sembrava cosa fatta, ma alla fine la trattativa si è arenata su una serie di condizioni richieste dalla banca di piazza Gae Aulenti. A quel punto le negoziazioni hanno rallentato e, nel frattempo, sarebbe tornata in campo Banca Cf+, ex Credito Fondiario.

Al lavoro è l’advisor finanziario Kpmg. Ora le alternative al vaglio, secondo le indiscrezioni citate dal Sole nel fine settimana, sarebbero principalmente tre. In primo luogo potrebbe essere accelerata la negoziazione con Banca Cf+. La seconda ipotesi è una ripresa dei negoziati con Unicredit, che alla fine dello scorso anno “aveva una valorizzazione di Credimi di 20 milioni così suddivisi: 1 milione subito di equity in aggiunta a circa 4 milioni di rimborso di aumento di capitale e 15 milioni di earnout, in caso si verifichino determinate condizioni”, stando alla ricostruzione di stampa.

Nelle ultime settimane, però, Unicredit avrebbe rivisto la sua offerta. In questi giorni sarebbero previsti incontri tra i team dei legali. Queste due prime opzioni potrebbero però richiedere almeno altri due mesi di tempo, senza avere la certezza che si arrivi a un esito positivo e con un ulteriore aggravio di costi. La terza opzione, che si affaccia, al momento però ancora improbabile, è invece quella di chiedere a Banca d’Italia di avviare una procedura di liquidazione per Credimi. In ogni caso, viene spiegato, proprio via Nazionale sta spingendo per una veloce soluzione, in un verso o nell’altro.

intesa sanpaolo raccomandazioni 06-02-2023 — 03:45

Intesa, raccomandazioni aggiornate dopo i conti 2022

Carrellata di nuovi giudizi e target price in scia a risultati e dividendo giudicati migliori delle attese

continua la lettura