Ven 24 Maggio 2019 — 10:08

Condotte, in arrivo l’offerta della cordata guidata da Passera



Illimity, Oxy Capital e Highbridge sarebbero ormai solo definendo i dettagli di una proposta da presentare a breve ai commissari straordinari

Condotte-Passera

Corrado Passera è pronto a presentare l’offerta della sua cordata di investitori per il salvataggio di Condotte.

In particolare, secondo un articolo pubblicato stamani dal Sole 24 Ore, sarebbe ormai solo agli ultimi dettagli il progetto elaborato dalla cordata composta dalla dalla Illimity dell’ex numero uno di Intesa Sanpaolo insieme ai fondi Oxy Capital e Highbridge Capital per presentare una proposta alternativa al prestito-ponte delle banche al vaglio dei commissari straordinari della società finita in concordato preventivo a causa della crisi del comparto delle costruzioni.

La cordata, da aprire anche a un partner industriale, punta a fornire le risorse necessarie per garantire le maggiori commesse e gestire una ristrutturazione che potrebbe anche portare alla creazione di una newco apposita per i maggiori progetti edilizi.

I tre investitori, in contatto dallo scorso novembre e pronti per la testata a presentare la proposta in tempi brevi, fornirebbero così un’alternativa al prestito ponte da 190 milioni di euro, con garanzia pubblica già autorizzata dalla Ue, al centro delle discussioni tra le banche creditrici, Le più esposte sono Unicredit, Intesa Sanpaolo e Banco Bpm.

Nel corso della giornata è stato lo stesso Passera a confermare l’attivismo sul dossier Condotte pur senza sbilanciarsi più di tanto. “Effettivamente, abbiamo dato un segno forte d’interesse”, ha dichiarato il banchiere. “Ci siamo fatti vivi con i commissari, rappresentando il nostro forte impegno in quella direzione”.

Le costruzioni – ha aggiunto – sono “un settore di grandissima importanza per l’Italia ed è in grandissima difficoltà. Condotte, o per meglio dire una parte di Condotte, può costituire un asset da risanare, rilanciare e utilizzare anche per idee di consolidamento del settore. Quindi noi, che facciamo la banca del credito difficile, non potevamo non esserci”.

carige news 23-05-2019 — 12:50

Carige in liquidazione come le banche venete? Gli azionisti tremano

Lo Stato interverrebbe comunque, ma gli azionisti sarebbero azzerati. La Bce continua a puntare sulla soluzione privata

continua la lettura