Mer 08 Dicembre 2021 — 12:59

Cnh, verso spin-off e quotazione Iveco a gennaio 2022



Il gruppo accelera l’operazione. La piazza prescelta sarebbe Piazza Affari, valutazione tra 5 e 10 miliardi

Cnh industrial

Azioni Cnh sugli scudi stamani in Borsa dopo i rumors su un’accelerazione per spin-off e quotazione di Iveco.

La quotazione di Iveco avverrebbe a Piazza Affari potenzialmente già a gennaio 2022, aprendo l’anno con un’Ipo importante per il listino milanese.

Cnh Industrial, secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore, sta accelerando decisamente l’operazione spin off per Iveco, la controllata che produce veicoli commerciali, e Fpt, la divisione dedicata alla progettazione, produzione e vendita di motopropulsori.

Annunciata a settembre del 2019, l’operazione è stata frenata dal Covid e da una trattativa con i cinesi di Faw Jiefang (che offrivano 3,5 miliardi), poi deragliata anche per le pressioni del governo italiano e di quello francese (poiché Cnh controlla Heuliez).

In ogni caso l’obiettivo di Cnh Industrial, gruppo controllato da Exor, dopo avere indicato i vertici del nuovo corso (il ceo Gerrit Marx a giugno e due giorni fa il cfo Francesco Tanzi, in arrivo da Pirelli) adesso è risolvere nel più breve tempo possibile tutte le incombenze di carattere legale e procedere nelle prime settimane del 2022, forse già entro gennaio.

Allo spin off seguirà la quotazione in Borsa, certamente a Milano, aggiunge il giornale nella sua ricostruzione.

La valorizzazione di Iveco, che diventerà Iveco Group (otto brand in tutto con Fpt), dovrebbe attestarsi tra i 5 e i 10 miliardi.

“Siamo assolutamente in tempo per tutte le attività necessarie a condurre in porto lo spin off – dice al Sole 24 Ore il ceo di Fpt Industrial, Annalisa Stupenengo – del resto questo è stato l’obiettivo principale su cui il gruppo ha lavorato. Poi c’è stata un’opportunità, che non si è concretizzata”.

Fra i commenti dei broker,
Intesa Sanpaolo conferma il buy con prezzo obiettivo di 18,2 euro osservando che “la potenziale quotazione di Iveco Group giá a gennaio e prima delle previsioni” confermerebbe “la forte esecuzione del piano, che consentirá a Cnh di valorizzare meglio ogni singolo asset. Nel medio-lungo termine, ci aspettiamo che Iveco Group possa anche essere coinvolta in azioni M&A nel settore, offrendo così ulteriore upside ai suoi azionisti”.

Nel complesso, gli analisti valutano “positivamente l’accelerazione del processo di spin-off”, così come gli avvenimenti delle ultime ore e cioè l’inaugurazione dell’impianto della joint venture tra Iveco e Nikola ad Amburgo e il memorandum d’intesa con le Autoritá portuali di Amburgo per fino a 25 Nikola Tre da consegnare nel corso del 2022.

La stampa, sottolinea da parte sua Equita Sim (raccomandazione buy con target price di 18,5 euro), riporta che “i cinesi di FAmaw potrebbero essere interessati ad una partecipazione in Iveco quando sará quotata in Borsa (non lo escludiamo)” e che “la valutazione dell`on-highway oscillerebbe tra 5 e 10 mld (immaginiamo sia EV, comunque superiore al nostro 4,4 mld). La Ceo di Fpt ha dichiarato che on-highway è sempre pronta a valutare qualsiasi opportunitá dovesse presentarsi (inducendo a pensare a potenziali fusioni con business complementari)”.

In Borsa alle ore 9,42 le azioni Cnh Industrial svettano sul Ftse Mib con un +3,8% a 14,345 euro.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura