Mer 02 Dicembre 2020 — 16:04

Cattolica, dopo ingresso Generali ora aumento da 200 milioni



Via libera alla partnership strategica nelle aree Asset management; Internet of Things; Business Salute; Riassicurazione

cattolica aumento

Cattolica volta pagina con l’ingresso nel capitale di Generali e si prepara a lanciare un aumento di capitale da 200 milioni che servirà a completare il rafforzamento sollecitato dall’Ivass dopo l’impatto della prima ondata di Covid-19.

Cattolica, Generali al 24,46%

L’ingresso di Generali nel capitale di Cattolica era uno dei presupposti stabiliti nell’accordo dello scorso giugno per l’avvio di una partnership strategica nelle aree Asset management; Internet of Things; Business Salute; Riassicurazione.

Le Assicurazioni Generali hanno sottoscritto l’aumento di capitale riservato da 300 milioni  ricevendo in il 24,46% della compagnia veronese.

La sottoscrizione dell’aumento al prezzo di 5,55 euro ad azione, sopra i corsi di Borsa (4,5 euro), segue la trasformazione in spa di Cattolica, posta come condizione dal Leone e votata dall’assemblea a fine luglio.

Tre consiglieri in cda

Il passaggio chiude un percorso tormentato, segnato anche dall’opposizione di una parte della base sociale – capitanata da Casa Cattolica – all’ingresso delle Generali, e da un’inchiesta della magistratura che ha coinvolto il presidente Paolo Bedoni e l’ad Carlo Ferraresi per illecita influenza sull’assemblea.

Generali ottiene tre rappresentanti in cda – Stefano Gentili, Roberto Lancellotti ed Elena Vasco, con i primi due nominati alla presidenza del comitato Governo societario sostenibilità e creazione di valore e di quello Remunerazione – e una serie di poteri di governance.

Cattolica, aumento di capitale da 200 milioni

Il Leone di Trieste, inoltre, sottoscriverà pro quota il successivo aumento di capitale in opzione per tutti gli azionisti per un ulteriore controvalore massimo pari a 200 milioni di euro.

A valle della chiusura della procedura di recesso conseguente alla trasformazione di Cattolica da società cooperativa in società per azioni, infatti, si darà corso all’aumento di capitale da offrire in opzione agli azionisti per massimi 200 milioni di euro deliberato dal cda di Cattolica il 4 agosto scorso, al fine di completare il rafforzamento patrimoniale.

in Borsa alle ore 11,20 Cattolica Assicurazioni +0,04% a 4,50 euro, Generali -0,29% a 12,025 euro, con il Ftse Mib a -0,70%.

azioni Eni 02-12-2020 — 11:39

Azioni Eni, analisti Jp Morgan alzano target price ma restano cauti

Per il broker la ripresa della domanda sarà probabilmente irregolare, ma un “super ciclo” per il settore è all’orizzonte

continua la lettura