Mer 29 Gennaio 2020 — 14:01

Cattolica Assicurazioni, Consob manda la Guardia di Finanza



Il presidente Bedoni era atteso in Consob in questi giorni per essere ascoltato, dopo che la compagnia aveva già consegnato alcuni documenti alla Commissione

Cattolica assicurazioni

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa e comunicato della società) – Si arricchisce di un nuovo capitolo scabroso la vicenda del siluramento dell’ex ad di Cattolica Assicurazioni, Alberto Minali, cui il board ha dato il benservito ormai un mese e mezzo fa. La Consob infatti avrebbe spedito la Guardia di Finanza a far visita oggi negli uffici della compagnia veronese.

Cattolica Assicurazioni riceve la visita della Gdf

L’autorità di Borsa indaga infatti sulle circostanze che hanno portato alla defenestrazione di Minali, manager ex Generali che godeva anche della fiducia del primo azionista di Cattolica, il miliardario americano Warren Buffett.

Le Fiamme Gialle sono a caccia di informazioni e documenti utili a ricostruire la vicenda.

Le deleghe erano state revocate dal cda presieduto da Paolo Bedoni lo scorso 31 ottobre. Bedoni era atteso in Consob in questi giorni per essere ascoltato, dopo che la compagnia aveva già consegnato alcuni documenti alla Commissione.

La nota di Cattolica

In serata Cattolica ha emesso una nota: “In data odierna, si ritiene in conseguenza della revoca delle deleghe al dott. Alberto Minali avvenuta il 31 ottobre scorso, è stata disposta dalle autorità di vigilanza Ivass e Consob l’acquisizione di documentazione sociale presso la sede della società. Come di prassi, è stata incaricata dalla Consob la Guardia di Finanza che ha proceduto con la piena collaborazione della struttura direzionale della società”.

“Cattolica Assicurazioni, come più volte ribadito, è pienamente impegnata ed interessata alla collaborazione con le Autorità di vigilanza e ribadisce l’assoluta regolarità e trasparenza delle procedure adottate in elazione alla determinazione del 31 ottobre”, conclude la nota.

Soci dissidenti

Intanto prosegue la conta dei voti per la richiesta della convocazione dell’assemblea straordinaria da parte dei soci dissidenti, contrari al siluramento di Minali.

Secondo le ultime indiscrezioni di stampa, il raggiungimento del 2,5% del capitale sarebbe a portata di mano, e potrebbe essere richiesta una duplice assemblea. La prima, ordinaria, sarebbe chiamata a votare la revoca del cda; la seconda, straordinaria, a votare modifiche dello statuto che fissi paletti al numero dei mandati di consiglieri e presidente.

In Borsa il titolo, debole ormai da diverse settimane, ha ceduto oggi altro terreno, complice anche la notizia della perquisizione della Gdf. In chiusura le azioni Cattolica Assicurazioni segnano un -0,41% a 7,28 euro.

Unicredit trimestre 29-01-2020 — 12:23

Unicredit: trimestre atteso in rosso, focus su dividendo

Il dividendo viene stimato a 0,63 euro, pù che raddoppiato (+133%) dalla cedola di 0,27 euro distribuita a valere sul 2018. Da segnalare che su un panel di 18 broker che forniscono una raccomandazione sulla banca guidata da Jean Pierre Mustier, il 100% dice buy

continua la lettura