Dom 26 Settembre 2021 — 03:11

Castagna (Banco Bpm): per fusione parlato con tanti



Il ceo rispolvera il tema delle aggregazioni, occhi puntati su Unicredit oltre che Bper

banco bpm castagna

Il ceo di Banco Bpm Giuseppe Castagna torna a rispolverare il tema di una possibile fusione. E il titolo accelera in Borsa.

“Siamo rimasti in pochi, ormai abbiamo parlato con tanti interlocutori, perché ci fa piacere e vogliamo parlare con tutti”, ha detto Giuseppe Castagna intervenendo a un webinar organizzato da Kpmg.

Da tempo gli analisti puntano su una possibile fusione tra Banco Bpm e Bper, tanto più che Piazza Meda sta rivedendo i suoi accordi di bancassurance e la banca modenese è partecipata con quasi il 20% da Unipol, pronta a subentrare.

Bper però deve completare l’integrazione delle nuove filiali, come ha più volte chiarito l’ad Alessandro Vandelli.

E’ tornata così a farsi strada l’ipotesi di un matrimonio tra Banco Bpm e Unicredit che darebbe vita a un colosso nazionale in risposta alla recente fusione tra Intesa Sanpaolo e Ubi.

Unicredit ha invece finora trattato con distacco il dossier Mps, con il Tesoro che anche secondo le ultime indiscrezioni ha fertta di uscire dalla banca senese.

Castagna ha ricordato oggi anche le interlocuzioni avute con il Crédit Agricole e ha citato l’opzione Bper, sottolineando poi che bisognerà vedere “cosa farà Unicredit”, dato che “il precedente amministratore delegato”, Jean Pierre Mustier, “non aveva voglia di fare operazione in Italia” ma bisognerà capire la strategia del suo successore Andrea Orcel, in arrivo il 15 aprile. “Siamo aperti a valutare qualsiasi possibilità”, ha detto.

In Borsa alle ore 15,07 le azioni Banco Bpm segnano +1,11% a 1,184 euro, in rialzo anche Unicredit +2%, mentre Bper segna -0,4% e Mps -0,6%.

azioni Carige 24-09-2021 — 10:04

Carige, la Bce torna in pressing ma Genova ora punta su fusione a tre

Francoforte avrebbe chiesto al Fitd un piano alternativo alla ricerca di un partner

continua la lettura