Dom 05 Luglio 2020 — 02:30

Carige, riammissione in Borsa a marzo?



Per ora soltanto ipotesi, intanto la Consob avrebbe avviato oggi l’esame del prospetto dell’aumento di capitale

Carige news

Per Carige si profila la riammissione in Borsa a marzo. Lo scrive oggi il Sole 24 Ore confermando che la Consob ha avviato l’iter per l’aumento di capitale della banca ligure.

Carige, ipotesi riammissione in Borsa a marzo

Azioni e obbligazionisti restano comunque loro malgrado nell’incertezza. Infatti i tempi del possibile ritorno alle contrattazioni di azioni e bond Carige, già rimandato comunque al 2020, possono essere solo stimati, sulla base del calendario ipotizzato per ricapitalizzazione e rinnovo del cda.

La Consob, che fece scattare il provvedimento ai primi di gennaio, in concomitanza con il commissariamento Bce, potrebbe procedere con la revoca anche in pendenza della gestione commissariale, secondo quanto scrive il Sole 24 Ore, sebbene sia sospeso il corretto quadro informativo al mercato, ma in ogni caso è probabile che si attenda la ricostituzione del cda. Una volta completata l’operazione di aumento, entro la fine dell’anno, i commissari potrebbero convocare l’assemblea straordinaria che secondo il giornale economico potrebbe svolgersi a inizio febbraio.

Consob esamina il prospetto dell’aumento di capitale

Nella giornata odierna intanto la lente della Consob si poserà sul prospetto dell’aumento di capitale di Carige. In realtà gli uffici della Commissione sono al lavoro sul documento da diversi mesi, in cui avrebbero chiesto più volte correttivi con un occhio di riguardo al contesto macro economico nel territorio di riferimento, ma anche alla possibile concorrenza di gruppi come Unicredit che vi si sono rafforzati.

Si prevedono ora tempi brevi. Il verdetto definitivo dovrebbe comunque arrivare nel giro di una settimana.

intesa ubi ops 03-07-2020 — 10:14

Ubi dice no a Intesa, torna ipotesi rilancio

Sull’entità dell’eventuale ritocco, già il 20 febbraio scorso era circolata l’ipotesi di una offerta rivista da 1,7 a 2 azioni Intesa Sanpaolo per ogni azione Ubi. Intanto l’aggiornamento al piano “stand alone” incrementa i dividendi di 330 milioni

continua la lettura