Ven 27 Maggio 2022 — 14:27

Carige, azioni mettono il turbo dopo proposta di fusione Bper



Bene anche Bper che prepara lo sbarco in Liguria con un impatto potenzialmente neutro sul capitale

carige guido

Carige sugli scudi: le azioni della banca ligure mettono il turbo dopo la proposta di fusione messa sul tavolo da Bper con un’offerta non vincolante. Il titolo, che già ieri era balzato sui primi rumors in tema M&A, si avvicina agli 80 centesimi dell’opa proposta dai modenesi sulla parte eccedente l’88,3% del capitale.

Azioni Carige e Bper sugli scudi

Bper punta invece a pagare 1 euro per la quota di controllo, di cui l’80% fa capo al Fitd, che si dovrebbe accollare una ricapitalizzazione di Carige nell’ordine di 1 miliardo.

Il mercato ci crede. In Borsa si mette in luce anche Bper, che prepara lo sbarco in Liguria con un impatto potenzialmente neutro sul capitale.

Si tratta ora di vedere come reagirà il Fondo interbancario e se ci saranno eventuali rilanci o proposte migliorative. A breve si dovrebbe riunione il Consiglio del Fitd: le indiscrezioni ieri riferivano di una riunione convocata per giovedì e il possibile interesse per Carige da parte di due banche e un fondo.

Venivano citate in particolare Bper e Crédit Agricole Italia, ma è confermato l’interesse della banca francese, né quello del fondo Cerberus che schiera fra i suoi consulenti il banchiere Roberto Nicastro (senior advisor del private equity americano).

Analisti positivi su fusione Bper Carige

Fra i primi giudizi dei broker, Citi indica il buy per Bper che potrebbe aumentare il proprio peso in Liguria e Toscana, a fronte di una limitata sovrapposizione con la sua rete, e a condizioni finanziarie interessanti.

Jefferies ha una raccomandazione hold su Bper e sottolinea come l’accordo sarebbe anche un ulteriore passo avanti nel consolidamento bancario in Italia. L’operazione permetterebbe al gruppo guidato da Piero Montani di comprare un rivale più piccolo a una valutazione convincente, anche se la creazione di valore non è evidente. Secondo gli analisti una maggiore chiarezza sulle sinergie e sulla ripartizione dei costi di ristrutturazione aiuterebbe il mercato “a digerire meglio il deal”.

Equita Sim parla di “mossa efficace, che crea le premesse per la creazione del terzo polo bancario”. Secondo il broker, “sulla base delle condizioni richieste per l`operazione, delle nostre stime di Bper 2021 e degli oneri di integrazione/revisione degli accordi commerciali di Carige, ipotizzando la conversione di Dta per circa 320 mln (post effetto fiscale), stimiamo che la combined entity si caratterizzi per un Cet1 in area 14% e un Npe Ratio sotto il 5%”.

In Borsa alle ore 10,40 le azioni Carige segnano +17,81% a 0,7899 euro, Bper Banca +6,40% a 1,8635 euro.

autogrill aumento di capitale 27-05-2022 — 09:37

Fusione Autogrill Dufry, le banche accelerano sull’operazione

Nuovi rumors, l’obiettivo è creare il leader europeo del settore. Il titolo avanza a Piazza Affari

continua la lettura