Mer 30 Settembre 2020 — 16:23

Carige, assemblea dice sì all’aumento di capitale



Favorevoli il 91% dei presenti, pari al 43,3% del capitale. Decisiva l’assenza di Malacalza Investimenti

carige lettera commissari

(Articolo aggiornato alle ore 16,50) – L’assemblea dei soci di Carige, nell’ennesimo voto cruciale sul destino della banca ligure, ha approvato oggi il piano di rafforzamento da 900 milioni firmato dalle banche del Fitd e dai commissari Bce che prevede un aumento di capitale da 700 milioni. Decisiva l’assenza di Malacalza Investimenti.

Il socio di riferimento, dopo settimane di suspense e di pressioni arrivate da più parti, ha quindi evitaro di mettersi di traverso, ma la sua mossa non gli preclude eventuali azioni legali.

Hanno votato 20.426 azionisti in proprio e per delega con il 47,66% del capitale. Favorevoli il 91% dei presenti, pari al 43,3% del capitale. La presenza dei piccoli azionisti era stata incentivata con azioni gratuite.

Assemblea Carige, verdetto sull’aumento

La scelta per i soci era se accettare il piano che prevede un aumento di capitale “lacrime e sangue”, e che consegnerà Carige a Cassa Centrale Banca (Ccb, la holding trentina delle bcc), pronta a rilevare entro due anni la quota del Fitd, con uno sconto del 47%; oppure sfidare gli avvertimenti dei commissari, secondo cui il rischio derivante dalla bocciatura era quello la liquidazione (tipo banche venete) o la ricapitalizzazione precauzionale (come avvenuto per Mps).

Fra le posizioni in campo nell’odierna assemblea Carige, un folto gruppo di piccoli azionisti, preoccupato per il maxi sconto concesso a Ccb tramite un’opzione call, ha proposto di coinvolgere proprio la rete dei piccoli soci come è stato fatto per la banca trentina, preannunciando il proprio no al piano. I dipendenti di Carige e alcuni importanti soci (ma non il più importante, Malacalza) si erano invece schierati fra i sostenitori del sì.

Carige, in assemblea Vittorio Malacalza

Ago della bilancia si è rivelato come previsto la Malacalza Investimenti (27,5% del capitale), che con il proprio voto contrario o l’astensione avrebbe fatto cadere il piano, ma invece l’azionista di riferimento non si è presentato. Presente invece al Tower Hotel Airport di Sestri Ponente il capostipite Vittorio Malacalza, a titolo personale.

E’ arrivato inoltre il voto positivo degli altri principali soci Gabriele Volpi (9%), Raffaele Mincione (7% tramite i fondi), Aldo Spinelli (1%), la Sga del Tesoro e Coop Liguria.

Bper aumento di capitale 30-09-2020 — 09:59

Bper, aumento di capitale da oltre 800 milioni

Il prezzo di 90 centesimi incorpora uno sconto sul Terp del 31% circa. Schierato un ampio consorzio di garanzia

continua la lettura