Dom 21 Luglio 2019 — 11:57

Carige: anche Unicredit la vuole “salvare” a 1 euro?



Dopo Bper anche la banca milanese potrebbe farsi avanti per la soluzione “alla veneta”, che comporterebbe però la liquidazione da parte della Bce

Carige news

L’obiettivo di rilevare Carige, ripulita dalle sofferenze e al prezzo simbolico di 1 euro, accomuna Bper e Unicredit. Anche la banca milanese infatti sarebbe in corsa per questo tipo di operazione, per cui si è fatta avanti la scorsa settimana Bper, ma che passerebbe dalla messa in liquidazione di Carige. Lo ha scitto nel weekend il quotidiano La Repubblica.

Carige: dopo Bper anche Unicredit la vuole a 1 euro?

Miraggio estivo o realtà? Unicredit come sempre non commenta rumors di mercato. Di certo la soluzione indicherebbe che non è stato possibile mettere assieme una cordata di banche in grado di salvare Carige, finora indicata come la strada maestra, con il Fitd impegnato tuttora a mettere a punto uno schema.

Gli attuali azionisti, in caso di liquidazione, verrebbero azzerati. Inoltre, come scrive lo stesso quotidiano riportando le indiscrezioni, sarebbe la prima volta che una banca europea viene messa in liquidazione dalla Bce.

Carige come le ex banche venete

In base a tali rumors, lo schema richiamerebbe quello seguito con il passaggio degli asset performanti di Banca Popolare di Vicenza (Bpvi) e Veneto Banca a Intesa Sanpaolo, per il famoso esborso simbolico di 1 euro, mentre lo Stato mise sul piatto per l’operazione una dote da 5,4 miliardi.

In questo caso però a farsi carico del fardello sarebbe la Sga del Tesoro, sempre secondo i rumors, non solo per i 3 miliardi di crediti deteriorati che la società presieduta da Alessandro Rivera (lo stesso dg del Tesoro) si è già offerta di comprare a Carige; ma includendo – secondo tale ricostruzione – esposizioni problematiche che l’acquirente privato toglierebbe dal suo bilancio e “a un prezzo il più possibile vicino a quello di mercato”.

Intanto il tempo stringe: la Bce ha concesso un altro mese per conoscere i dettagli del salvataggio, ma novità potrebbero presto emergere dai negoziati messi in piedi dallo stesso fondo interbancario con i grandi soci a partire da Malacalza.

pirelli tronchetti provera 19-07-2019 — 11:05

Pirelli, Tronchetti Provera alla guida fino al 2023

Verso il rinnovo dei patti con ChemChina, sarebbe inoltre vicina l’attesa integrazione tra Prometeon e la cinese Aeolus nei pneumatici industriali

continua la lettura