Gio 19 Settembre 2019 — 07:09

Carige accelera sugli Npl. Nel piano previsto subito un piccolo ritorno all’utile



I commissari potrebbero raggiungere una prima intesa già entro la prossima settimana. In lizza la Sga e Credito Fondiario. Per il partner interesse solo dai fondi, non dalle altre banche

carige news

Carige imprime un colpo di acceleratore al processo di dismissione di crediti deteriorati. La cessione di Npl è un passo decisivo nell’ottica di una fusione.

I commissari straordinari della banca ligure potrebbero anche siglare un’intesa preliminare con i soggetti interessati entro il 27 febbraio, data di presentazione del nuovo piano industriale.

Carige: per gli Npl in corsa Sga e Credito Fondiario

In corsa per rilevare tra 1,5 e 2 miliardi di euro di crediti deteriorati sarebbero rimaste la Sga del Tesoro e il Credito Fondiario con quest’ultimo che secondo il Messaggero vanterebbe una “sorta di ipoteca” grazie a uno speciale diritto riveniente dal contratto del dicembre 2017 per l’acquisto di 1,2 miliardi di Npl e della relativa piattaforma di gestione.

L’ex Fonspa vanterebbe infatti vantato un diritto decennale di servicing sugli stock in essere di sofferenze e sul 90% dei nuovi flussi.

Il contratto prevede penali salate a favore della banca controllata da Elliott e per questo motivo, alla fine, l’operazione potrebbe concludersi con il coinvolgimento di entrambe le società.

Carige, si avvicina il piano

Sempre la testata romana parla di un piano industriale ormai ai dettagli al punto da essere diventato oggetto di una “negoziazione serrata” con la Bce e quindi pronto per essere definito il 21 febbraio prossimo.

Si tratta di un piano triennale con una particolare attenzione sul 2019 e la previsione di un ritorno all’utile già quest’anno seppur in modo contenuto. I commissari alzeranno comunque il velo sul piano il prossimo 27 febbraio.

Quanto alla richiesta avanzata dalla Bce su un partner, nessun interesse sarebbe giunto dalle banche mentre avrebbero compiuto i primi passi alcuni fondi, tra cui Attestor Capital, Värde Partners, Bridgepoint e ora sarebbe spuntato anche BlackRock.

Del Vecchio mediobanca generali 18-09-2019 — 10:59

Mediobanca: Del Vecchio si prende quota del 7%, obiettivo Generali?

Piazzetta Cuccia torna sotto i riflettori assieme alla catena che la lega al gruppo assicurativo di Trieste

continua la lettura