Dom 24 Marzo 2019 — 02:43

Carige, sul tavolo 5 manifestazioni di interesse. Una dal Credem?



Domani sarà presentato il nuovo piano industriale. Occhi puntati sulla pulizia di bilancio e sulla ricerca del nuovo partner chiesto dalla Bce

Carige

Si apre domani un periodo fondamentale per i destini di Carige con la presentazione del nuovo piano industriale e i dettagli sulle operazioni di pulizia di bilancio e, soprattutto, sulla ricerca del partner chiesta espressamente dalla Bce.

A tal proposito, secondo quanto scrive l’edizione odierna del Sole 24 Ore, sul tavolo dei tre commissari straordinari Pietro Modiano, Fabio Innocenzi e Raffaele Lener sarebbero arrivate cinque manifestazioni d’interesse.

Tre sarebbero state presentate da fondi di investimento, tra cui Blackrock e di Apollo, e due da soggetti bancari. In tal senso spunta il nome del Credem, ma sembra che altre banche si siano messe alla finestra per valutare la situazione.

Ieri, per esempio, Giuseppe Castagna, numero uno di Banco Bpm, ha ribadito come sia “ovvio che per il momento non c’è una situazione per la quale la nostra banca sta guardando a Carige, dopodiché vedremo gli sviluppi. Bisogna essere rispettosi delle altre società, lo sappiamo bene noi che siamo andati in una situazione di ristrutturazione importante. Loro ora stanno cercando una soluzione di mercato, che tutti ci auguriamo che possano trovare. Per ora ci limitiamo a questo”.

Uno dei fattori cruciali del piano che sarà attentamente messo nel mirino da possibili investitori sarà la pulizia di bilancio. La Sga e Credito Fondiario hanno già presentato le loro offerte per 1,7 miliardi di sofferenze e inadempienze probabili su un totale di 2,8 miliardi di crediti deteriorati. Come si sa da tempo Carige punta a ridurre l’esposizione al 5/10% del totale dei crediti.

carige news 22-03-2019 — 09:52

Carige: countdown per le offerte. Closing su Creditis, rilancio per Cesare Ponti

Entro il 28 marzo si chiude per la cessione della società di credito al consumo mentre per la metà di aprile sono attese le offerte per l’aggregazione. Intanto primi passi concreti per il rilancio della società di gestione del risparmio con una nuova filiale a Genova

continua la lettura