Dom 21 Luglio 2019 — 11:54

Campari nel 2018 regina del Ftse Mib, Azimut maglia nera. Tonfo banche



Fra le big ottengono una performance sopra il 10% anche Moncler e Poste Italiane, sotto tiro invece Prysmian e Stm. Bagno di sangue per le banche

borsa italiana ftse mib trading

Campari prima in classifica del Ftse Mib nel 2018, Azimut ultima, in un anno che ha visto l’indice principale di Piazza Affari cedere il 16,15%, seppure in linea con la performance europea (circa -15% l’Eurostoxx dell’Eurozona).

Questi alcuni dei verdetti statistici del 2018, che comprendono fra l’altro un tonfo per le banche quotate italiane del -31,3% sul Ftse Italia Banks, che diventa un -39,1% se paragonato alla chiusura del 15 maggio, quando è partita l’ondata di vendite che ha portato l’indice nei giorni scorsi sui nuovi minimi da novembre 2016.

Tornando al Ftse Mib, il fatto che a primeggiare fra i migliori del 2018 sia stato un titolo difensivo come Campari (+14,6%) la dice lunga su quale sia stato l’umore degli investitori.

Ancor meglio ha fatto la Juventus, con un +39% nel corso dell’anno, anche se la squadra di calcio bianconera ha debuttato su questo indice solo lo scorso 27 dicembre.

Sopra il 10% solo altri due titoli, Moncler +10,9% che ha toccato un massimo storico a giugno di 42,55 euro (ma ora scambia a circa 29 euro per azione), e Poste Italiane +11,3%.

Maglia nera del Ftse Mib ad Azimut -40% seguita da una big bancaria come Unicredit, le cui azioni hanno ceduto il 36,5%. Non è andata molto meglio alla rivale Intesa Sanpaolo -30%, Ubi -30,5%.

Fra le altre blue chip che hanno perso almeno il 30% figurano inoltre società leader nei rispettivi settori come Prysmian e Stm, oltre a Tim e Atlantia, quest’ultima alle prese con le accuse e il braccio di ferro con la politica per il crollo del Ponte Morandi a Genova.

Fuori dal listino principale spicca il caso di Eurotech +140%, mentre fra i peggiori con perdite di oltre l’80% figurano Banca Carige, Mondo Tv, Chl, Ovs.

Sempre fra le banche, Mps ha ceduto nel 2018 il 61,9% e Creval il 59%.

pirelli tronchetti provera 19-07-2019 — 11:05

Pirelli, Tronchetti Provera alla guida fino al 2023

Verso il rinnovo dei patti con ChemChina, sarebbe inoltre vicina l’attesa integrazione tra Prometeon e la cinese Aeolus nei pneumatici industriali

continua la lettura